Uno scorpione ancora più velenoso

Nello stand del preparatore Richard Hamann del Salone di Francoforte fanno bella mostra due simboli della sportività italiana, rimaneggiate dal tuner teutonico: la Hamann Ferrari California e la Hamann Largo, speciale versione della Abarth 500.

Anche questa volta la Factory del Cavallo alato non a lesinato interventi pur di trasformare questa 500 in una supersportiva. La piccola di casa Fiat è molto più larga e più bassa grazie al nuovo assetto più corto di 60 mm e alle carreggiate allargate di 30 millimetri nell'anteriore e 35 nel posteriore in modo da ospitare comodamente le enormi ruote in lega da 18 pollici disponibili in due modelli differenti. Anche i profili aerodinamici sono stati accentuati con l'adozione di un nuovo fascione paraurti per la parte anteriore, di minigonne laterali che ne incattiviscono il profilo, mentre nella parte posteriore dominano i quattro scarichi posizionati al lato degli estrattori, soluzione usata recentemente dall' Abarth 595 Tributo Ferrari. L'abitacolo rispecchia lo spirito "racing" che domina l'esterno grazie a numerosi particolari "firmati" Hamann come la pedaliera d'alluminio, lo sterzo e i sedili in pelle sportivi.

Tutta questa prepotenza espressa nelle forme si ritrova anche sotto il cofano, il propulsore da 1.4 litri sovralimentato dopo la cura dei tecnici di Hamann è arrivato all'incredibile potenza di 265 CV a 5.630 giri/min e 348 Nm di coppia massima espressa a 4.200 giri/min. Ovviamente con tanta abbondanza di cavalli si è dovuto ricorrere ad un nuovo sistema frenante composto da quattro dischi autoventilati da 257 millimetri.

Abarth 500 "Largo" by Hamann