Di serie speciali della Jeep Wrangler ce ne sono state tante. Negli ultimi quattro anni si sono succedute la Arctic (2012), la Mountain (2012), la Moab (2013), la Rubicon 10th Anniversary Edition (2013), la Polar (2014), la Rubicon X (2014) e la X Edition. Adesso è la volta della Black Edition II, che sarà commercializzata nelle due versioni Wrangler e Wrangler Unlimited abbinate al turbodiesel da 2,8 litri da 200 CV con cambio automatico a cinque marce. Ha dettagli particolari all’esterno e all’interno, ma si riconosce soprattutto per i gadget in dotazione, a cominciare da un cofanetto con quattro prodotti del merchandising ufficiale Jeep: un attrezzo multifunzionale in metallo satinato con rilievi in gomma, lame e utensili quali martello, cacciaviti e sega. Ci sono anche un adesivo identificativo "Jeep Owners Group" da posizionare sul parabrezza, una borsa in tela cerata ed un cappellino nero con visiera e logo JOG.


Realizzata sulla base della versione Sahara di Jeep Wrangler, la nuova serie speciale Black Edition II ha la griglia a sette feritoie, i cerchi in lega da 18", il logo Jeep sul frontale, le cornici dei proiettori e le calotte degli specchi retrovisori neri. Anche il tappo del serbatoio Mopar e la copertura per la ruota di scorta sono nere. Di serie c’è il Dual Top che comprende l'hard top rimovibile a tre pannelli in tinta con la carrozzeria ed il soft top per la guida open-air. A bordo ci sono sedili in pelle nera (quelli anteriori sono riscaldabili) ed inserti lucidi neri per modanature e cornici delle bocchette di ventilazione. L’Uconnect GPS con schermo touchscreen da 6,5", hard disk da 40 gigabyte, porta USB, ingresso AUX e lettore DVD video è di serie. Il prezzo della Black Edition II, presentata al Salone di Ginevra, è ancora da comunicare.

Jeep Wrangler Black Edition II, quella con martello, cacciaviti e sega

Foto di: Eleonora Lilli