Giovani in pista per sperimentare gli effetti della guida in stato d'ebbrezza

Giovani sempre più consapevoli della guida in stato d'ebbrezza. Negli ultimi tre mesi in sette città italiane (Torino, Genova, Verona, Rimini, Roma, Salerno, Lecce) si è svolta la campagna di consumo responsabile di AssoBirra "O Bevi O Guidi Experience Tour". Nel corso delle tappe, 10 mila giovani hanno virtualmente sperimentato i rischi e le potenziali conseguenze connessi all’uso scorretto e all'abuso di alcol grazie ad un paio di occhiali speciali che replicano una percezione visiva analoga a quella che si ha dopo aver bevuto e ad uno speciale simulatore di guida tarato su qualche bicchiere di troppo.

I 70 ragazzi e ragazze che sono riusciti a portare a termine correttamente il percorso nonostante questi strumenti hanno ottenuto la possibilità di partecipare, all’autodromo di Vallelunga, al corso di Guida Sicura organizzato dal Centro Guida Sicura ACI-SARA. Il corso ha previsto una lezione teorica e oltre 5 ore di attività pratica. "Il rispetto della vita deve essere posto sempre al primo posto. La consapevolezza dei limiti propri di ogni forma di piacere e di benessere deve coniugarsi con il rispetto di tutto quello che l’essere umano ha intorno a se - commenta Ruggero Campi Presidente di ACI Vallelunga S.p.A. -. Tutti possiamo fare qualche cosa e l’iniziativa di AssoBirra si sposa perfettamente con la crescita culturale a cui tutti dobbiamo ambire, a maggior ragione quando il nostro benessere potrebbe compromettere quello degli altri. Bere, assaporare gli aromi di una bevanda non può compromettere il rispetto degli altri e di se stesso. Muoversi e divertirsi consci di tutto ciò trova e troverà sempre ACI Vallelunga pronta a collaborare per dimostrare che qualsia abilità alla guida non è nulla rispetto all’intelligenza e la coscienza che l’automobilista deve avere".