Esperimenti per guadagnare il 10% di potenza e migliorare le emissioni con il concept 48v Hybrid

Sempre più ibride: sembra essere la parola d'ordine di tutti i costruttori, soprattutto di SUV e Crossover di dimensioni medio-grandi, tra cui Hyundai che propone la nuova Tucson 48V Hybrid Concept. La vettura, basata sulla nuova generazione di Hyundai Tucson, serve a mostrare in anteprima alla rassegna svizzera la tecnologia ibrida denominata 48V, e definita dalla casa efficiente come un sistema full hybrid, ma a circa di un quarto del costo. L'auto dispone di un motore termico 2 litri a gasolio da 136 CV e un piccolo motore elettrico da 14 CV, generando in totale 150 CV e 431 Nm di coppia massima, con livelli di emissioni di CO2 pari a 109 g/km.


La differenza rispetto a una ibrida convenzionale è che il motore elettrico è più propriamente un Hybrid Starter Generator (HSG), che sostituisce il convenzionale motorino d'avviamento, e agisce insieme a un inverter e a un convertitore DC/DC a basso voltaggio. L'HSG, quindi, può fornire potenza in più al motore termico, riavviare il motore nelle operazioni di Start&Stop senza rumori o vibrazioni, e svolgere anche funzione di generatore di carica durante la frenata; le batterie sono agli ioni di litio a 48 volt (da cui il nome). Tutto il sistema accresce quindi del 10% le prestazioni rispetto al 2 litri a gasolio da 136 CV e cambio manuale a 6 marce di serie, e migliora i consumi, con un aggravio di peso di soli 20 kg. Senza i costi e la complessità di un sistema ibrido completo.



Nuova Hyundai Tucson | Salone di Ginevra 2015




Ciao iX35, benvenuta Hyundai Tucson. O bentornata, se preferite, visto che i coreani, per questo nuovo modello, hanno rispolverato un nome già noto al nostro mercato. Dal vivo, il nuovo design colpisce, la parola passa al mercato.

Hyundai Tucson, a Ginevra è anche ibirida

Foto di: Sergio Chierici