La compatta giapponese sperimenta carburanti alternativi e una motorizzazione ibrida sulla base della tecnologia Skyactiv

Al Salone di Tokyo (20 novembre - 1 dicembre 2013) Mazda porta alcune varianti di motore della nuova Mazda3, puntando in particolare sull’inedita versione a metano in forma di prototipo e sull’ibrida già in vendita in Giappone. La Concept Mazda 3 Skyactiv-CNG è infatti una bi-fuel che funziona sia a metano (gas naturale compresso o CNG) che a benzina. A detta della Casa di Hiroshima la trasformazione a metano della nuova Mazda3 è stata semplice, visto che il motore a benzina Skyactiv-G 2.0 è già in grado di raggiungere un alto rapporto di compressione.

Sullo stand Mazda a Tokyo c’è anche la Mazda3 Skyactiv-Hybrid, al momento dedicata solo agli automobilisti del Sol Levante. La meccanica è costituita dal motore Skyactiv-G 2.0 e da un elettromotore che permette alla compatta nipponica di consumare i media 3,2 l/100 km. L’altra novità per il Salone di Tokyo è la Mazda6 ASV-5 (Advanced Safety Vehicle), dotata di innovativi sistemi di sicurezza; fra questi c’è anche un sensore che “dialoga” con i tram per evitare collisioni e snellire il traffico cittadino.

Nuova Mazda3 Skyactiv-CNG Concept a metano

Foto di: Fabio Gemelli