Viaggio nel tempo per raggiungere la Fiera Auto e Moto d'Epoca

A vederlo dal vivo prima impressiona con le sue dimensioni imponenti; poi guardandolo meglio ispira simpatia per quel look sbarazzino con la verniciatura bicolore rossa e nera, il grosso muso e la carrozzeria arrotondata in tutte le direzioni. Sembra l’autobus di un cartone animato, ma è proprio così che si intendevano i bus turistici interurbani nel dopoguerra. Questo esemplare nello specifico si chiama O 3500 ed è stato prodotto negli anni ’50 da Mercedes-Benz. All’epoca era all’avanguardia “per velocità, maneggevolezza, brillantezza di risposta e qualità delle sospensioni, finora ad appannaggio esclusivo delle autovetture più pesanti” (così si legge sulla brochure pubblicitaria) ed è stato prodotto in oltre 6.000 esemplari.

Ma perché parliamo di un autubus su OmniAuto.it? Semplice: abbiamo avuto l’opportunità di provarlo (da passeggeri) per raggiungere la Fiera Auto e Moto d’Epoca di Padova. E’ stata un’esperienza molto curiosa che vi raccontiamo in questa videoprova fuori dalla righe. Un’anticipazione sui dati tecnici: l’O 3500 è spinto da un motore diesel a sei cilindri di 4,6 litri che eroga una potenza di appena 90 cavalli. In quegli anni erano più che sufficienti e consentivano di trasportare oltre 30 passeggeri viaggiando ad una velocità massima di 85 km/h. Troppo bassa? Con i parametri tecnologici di oggi è un dato che fa sorridere, ma all’epoca non c’era traffico e probabilmente si arrivava prima… Tant’è che noi siamo rimasti imbottigliati sulla tangenziale per entrare a Padova.

Come si viaggia (da passeggeri) in un autobus Mercedes del 1949 [VIDEO]

Foto di: Alessandro Lago