Cavalli a volontà, dimensioni extra-large e con consumi che non superano i 5 Km/l

Alla kermesse padovana che espone il meglio delle auto di una volta, anche la Casa del Toro ha messo in mostra i bolidi più rappresentativi della sua storia: tra le numerose supercar ciò che ha catturato la nostra attenzione è il particolare SUV prodotto tra il 1986 e il 1993, ovvero l’LM002. Di questa vettura, che non passa di certo inosservata ad Auto e Moto d’Epoca 2013 e che deriva dal progetto Cheetah degli anni Settanta, colpiscono le enormi dimensioni dimensioni (4900×2000×1815 mm) e la cura con cui sono realizzati gli interni, attenzione che un tempo veniva dedicata specialmente alle fuoriserie.

Sotto la cofano è il potente 5167 cm3 ereditato direttamente dalla Countach V12 a sviluppare 450CV e 500 Nm, potenza che non permette prestazioni da capogiro se paragonate ai giorni nostri (0-100 Km/h in 7,8 secondi e velocità massima di 210 Km/h) ma comunque di tutto rispetto per il tempo. E’ infatti il peso di 3.200 Kg a incidere sul rendimento, che si manifesta pienamente sul fronte consumi dove spicca il dato di 5 Km/l, valore che può scendere drasticamente in base all’utilizzo del mezzo. L’ LM002 è oggi un pezzo rarissimo, essendo stato venduto in soli 301 esemplari nel mondo specialmente in zone dove il problema di consumi e denaro non è così sentito, Emirati Arabi in primis.

Lamborghini Cheetah

Foto di: Fabio Gemelli