La nuova SUV coreana pronta a montare un sistema ibrido-diesel da 183 CV anche con trazione integrale

La nuova Hyundai Tucson punta molto sull'ibrido, soluzione sempre più applicata sui SUV di dimensioni medio-grandi. Oltre alla concept car 48V Hybrid, con un sistema ibrido economico per migliorare consumi e prestazioni, al Salone di Ginevra c'è anche la Tucson Plug-in-Hybrid concept, che impiega invece un sistema ibrido PHEV completo. Nella concept sono impiegati il motore 1.7 a gasolio, con un cambio 7 marce a doppia frizione, entrambi presenti nelle Tucson di serie. La potenza complessivamente erogata è di 183 CV, di cui 115 dal motore termico e 68 da quello elettrico, con batterie agli ioni di litio da 10,7 kWh.


La Tucson Plug-in Hybrid può quindi disporre di una coppia molto elevata, pari a 474 Nm, e al tempo stesso i valori medi di emissioni di CO2 risultano inferiori a 48 g/km, secondo le stime degli ingegneri Hyundai; inoltre, la modalità solo elettrica può essere impiegata per percorrere più di 50 km. Come altri sistemi analoghi, ad esempio l'Hybrid-4 di PSA, il sistema ibrido prevede il motore termico in posizione anteriore e quello elettrico dietro, collegato alle ruote posteriori: a seconda della situazione di guida, la Tucson può diventare una trazione anteriore, posteriore (in caso di funzionamento solo elettrico) o integrale. Il guidatore può scegliere quattro modalità di guida: Auto, che punta ai consumi più bassi, ZEV con il solo motore elettrico se la carica delle batterie è sufficiente, 4WD per la trasformazione in integrale e Sport che impiega i motori per ottenere il massimo delle prestazioni.

Hyundai Tucson Plug-in Hybrid concept, ibrida full a Ginevra

Foto di: Sergio Chierici