Doppia alimentazione per la crossover giapponese

Dopo Micra, Pixo e Note bifuel, è arrivato il turno della Qashqai. Da novembre Nissan amplierà anche la gamma del crossover più venduto d'Europa con una versione a doppia alimentazione benzina-gpl che usufruendo dei contributi statali alla rottamazione costerà circa 500 euro in più dell'omologa versione a benzina.

Sotto il cofano della Qashqai GPL è previsto il collaudato 1.6 da 115 CV che grazie all'impianto sviluppato dalla Landi Renzo, sarà più appetibile per la clientela italiana offrendo una valida alternativa a coloro che, in un 2009 dominato dagli ecoincentivi (con picchi di +380% di immatricolazioni per vetture GPL), desiderano una vettura dai costi di gestione contenuti, ma dalle dimensioni più generose rispetto al resto della gamma bifuel di Nissan.

Con la Qashqai bifuel Nissan punta dunque a consolidare il successo di un modello che in Italia dal 2007 ad oggi è già stato venduto in 62 mila unità: è "una scelta strategica che ci consentirà di aumentare le vendite di questo importante modello" ha dichiarato Andrea Alessi, amministratore delegato di Nissan Italia.

Nissan Qashqai+2