A meno di quattro mesi dalla presentazione Sergio Marchionne è ancora indeciso

Sergio Marchionne e Wester sono ancora indecisi”. Nell’entourage di FCA rispondono tutti così quando si parla del nome della nuova berlina Alfa Romeo. Quella del riscatto del marchio del Biscione che vedrà la luce il prossimo 24 giugno e che tutti, fino ad oggi, hanno chiamato Giulia. Al Salone di Ginevra lo stesso Marchionne ha ammesso che non c’è ancora nulla di definitivo. Lo ha detto in conferenza stampa (il passaggio lo ritrovate nel video) sottolineando una volta di più l’impegno del gruppo per questo progetto di rilancio del marchio Alfa Romeo che, tra le altre cose, dovrebbe avere ricadute positive per l’occupazione negli stabilimenti italiani.


Dunque un nome ancora non c’è, ma è certo che molti appassionati hanno già fatto la bocca al ritorno di “Giulia”. Del resto la Giulia originale, prodotta tra il 1962 e la fine degli anni ’70, è stata una delle Alfa Romeo più vendute della storia. Era la prima “auto sportiva per tutti” in grado di dare la paga alle BMW dell’epoca quanto a prestazioni e qualità stradali. Insomma, tutti ce la invidiavano come torneranno ad invidiarci – secondo Marchionne - la nuova Alfa Romeo. E allora perché non chiamarla proprio Giulia?


Fateci sapere cosa ne pensate.



Alfa Romeo Giulia, qualche anticipazione da Sergio Marchione | Salone di Ginevra 2015




Di nuove Alfa Romeo a Ginevra non ce ne sono. Sullo stand si può ammirare essenzialmente l'Alfa 4C Spider in configurazione "di serie". Le vere novità arriveranno il 24 giugno quando sarà svelata quella che tutti chiamano la nuova Giulia. Che però forse non si chiamerà così, parola di Sergio Marchionne. Ecco cosa ha detto del futuro Alfa Romeo durante la conferenza stampa FCA.

Alfa Romeo 4C Spider, orgoglio italiano [VIDEO]

Foto di: Fabio Gemelli