Il mondiale vinto con la Red Bull si è appena concluso e la berlina più grintosa della gamma festeggia con un benzina da 211 CV

All’indomani della chiusura di un campionato di Formula 1 dominato dalla Red Bull di Sebastian Vettel, il main sponsor Infiniti -nonché motorista della scuderia austriaca grazie ai propulsori Renault- monta un nuovo motore sul suo ultimo modello: la Infiniti Q50. Si tratta di un 2.0 turbo benzina, che nel 2014 affiancherà il 3.5 V6 ibrido a benzina e il 2.2 turbodiesel 4 cilindri protagonista della nostra video-prova su strada, che sta facendo registrare un notevole numero di visualizzazioni, segno che la berlina giapponese che sfida le “solite” tedesche Audi A4, BMW Serie 3 e Mercedes Classe C piace.

Questo propulsore a benzina, nuovo per la gamma della Infiniti Q50, è in realtà un'unità di origine Mercedes 1.911 cc di cilindrata, a 4 cilindri, con iniezione diretta, 211 CV e 320 Nm e sovralimentata con turbocompressore a gas di scarico. E’ inoltre dotato di iniettori piezoelettrici e rispetta la normativa antinquinamento Euro 5. La motorizzazione 2.0 turbo sarà commercializzata in Cina nel 2014 - dove viene presentata in questi giorni, al Salone di Guangzhou - e successivamente arriverà anche sugli altri mercati, stuzzicando il palato dei clienti più sportivi, che sulla Q50 potranno avere anche il primo sterzo elettrico drive by wire su una vettura di serie, scollegato meccanicamente dalle ruote (è comunque presente un collegamento di emergenza). Per sapere che sensazioni si provano al volante di un'auto che sterza attraverso cavi elettrici, potete guardare il nostro video.

Infiniti Q50

Foto di: Giuliano Daniele