Costa 1,1 milioni di dollari ma non ci sono fattori che ne giustifichino il prezzo

Si chiama Youabian Puma la vettura esposta al Salone dell’Auto di Los Angeles che ha lasciato di stucco molti visitatori. Se avete un momento, cliccate sulla gallery e provate a rendevi conto delle dimensioni dell’auto: qualcosa di enorme, goffo e decisamente difficile da apprezzare. Intendiamoci: sotto al cofano motore pulsa un rispettabilissimo 7.0 litri V8 LS7 prodotto da General Motors ed in grado di erogare 505 CV, ma tolta questa nota positiva il resto lascia molto a desiderare, soprattutto a livello di design.

Le ipotesi avanzate sui materiali utilizzati per la costruzione parlano di alluminio e fibra di vetro, mentre per le forme trovare un paragone di “ispirazione” pare assai difficile: i cerchi da 20 pollici sono avvolti da enormi pneumatici in pieno stile “monster truck” mentre gli interni sembrano curati, con sedili in pelle muniti di regolazione elettronica. Lo scatto 0-96 Km/h (0-60 mph) viene coperto in soli 5,9 secondi, ma i consumi di 16,8 l/100 Km nell’utilizzo cittadino non aiutano a decretarne un possibile successo. Soprattutto per il prezzo, di circa 1,1 milioni di dollari. Eppure a detta del costruttore la Puma è stata costruita per “gli individui che hanno il coraggio di essere diversi”: è per questo che a noi, a volte, piace essere normali.

Youabian Puma, l’auto più brutta del Salone di Los Angeles