Prima prova della familiare sportiva compatta, originale nello stile e con un discreto bagagliaio. La 45 AMG è quasi "troppo"

La guardo una volta e mi sembra una CLS Shooting Brake, la osservo meglio e capisco che è più compatta, vado a leggere la scritta sul portellone e finalmente capisco di essere di fronte alla Mercedes CLA Shooting Brake, la station wagon con forme da coupé che va a creare una nuova tipologia di automobili: compatte, sportiveggianti e con la praticità delle familiari. In Mercedes sono convinti che la CLA Shooting Brake potrà diventare una protagonista anche nelle flotte, nei parchi auto aziendali e fra i viaggiatori di professione, ma il suo stile unico e originale da "fuoriserie di serie" saprà soprattutto attrarre quella parte di pubblico attenta allo stile e alla capacità di carico. In fondo il bagagliaio da 595 a .354 litri non è affatto piccolo e il portellone aiuta a sfruttare lo spazio disponibile sia in larghezza che in altezza, un po' meno in altezza. Per questa prima prova su strada della nuova CLA Shooting Brake il percorso previsto è quello di quasi 3 km da Roma a Porto Ercole (GR), sull'Argentario, un misto di autostrada e trafficata statale Aurelia.


E' lunga, ma non lo fa notare


Le Shooting Brake che ho potuto provare in anteprima sono la potente CLA 45 AMG 4MATIC e la CLA 2 CDI, versione d'accesso alla gamma 2. diesel con 36 CV e il cambio automatico doppia frizione 7G-DCT offerto a richiesta. Partenza alla grande con la 45 AMG che da fuori non si differenzia molto dalle altre Shooting Brake, in pratica solo per l'assetto ribassato, i cerchi specifici da 8" e le scritte AMG e Turbo che campeggiano rispettivamente sul frontale e sui passaruota. La prima cosa che noto è l'abilità con cui nasconde i suoi 4,69 metri di lunghezza, merito anche di un'altezza complessiva di appena ,47 metri e della sagoma dei finestrini laterali che spiovono verso la coda e danno otticamente l'immagine di una coupé; a rafforzare questa mia prima impressione di compattezza e sportività si aggiungono le portiere senza cornici ai finestrini, proprio come sulla CLA e il fatto che mi sembra davvero di essere di fronte ad una Classe A station wagon, innovativa come lo è stata la hatchback e realizzata sulla scia stilistica della CLS Shooting Brake. La buona notizia è che il tetto posteriore della CLA Shooting Brake, anche in questa versione AMG, è più alto di 4 cm rispetto alla CLA berlina da cui deriva e ciò si traduce in una maggiore facilità a entrare e uscire dai posti dietro, così come ne guadagna lo spazio per la testa una volta seduti.


Partenza fulminante con la 45 AMG


La poderosa spinta del motore 2. turbo Twinscroll 367 CV della CLA 45 AMG 4MATIC Shooting Brake è sempre un piacere, anche se per godere al massimo della sonorità sportiva del motore occorre passare alla modalità Sport. La prova di questa belvetta stradale è stata in parte limitata dal tipo di percorso con traffico, cantieri e limiti di velocità molto bassi, ma nelle poche curve autostradali ha dimostrato una solidità di assetto e una granitica capacità di mantenere la traiettoria nonostante i dossi e alle cunette più micidiali. Il cambio a doppia frizione è all'altezza delle aspettative, fluido e veloce nonostante la potenza da gestire. Le finiture interne sono quelle già note di Classe A e CLA, con un tocco di lusso in più dato dai rivestimenti in pelle della plancia, dei pannelli porta e dai sedili Performance opzionali che oltre ad essere molto belli da vedere contengono al punto giusto nelle curve e non stancano neppure chi ha qualche chilo di troppo, come me. Solo la parte inferiore della plancia è realizzata con una plastica di qualità migliorabile e personalmente preferirei vedere spazi più ridotte fra pannelli porta e montanti. Un altro appunto mi permetto di muoverlo alla rumorosità causata a velocità autostradali dal rotolamento dei pneumatici, problema che non ho riscontrato al ritorno sulla CLA 2 CDI Shooting Brake. Quest'ultima è risultata per me più adatta all'utilizzo quotidiano, soprattutto in un Paese come il nostro privo di autostrade senza limiti di velocità e giustamente impegnato a far rispettare con rigore quelli esistenti. Il turbodiesel 2. da 36 CV, in questo caso abbinato al cambio 7G-DCT, mi sembra adatto ad ogni tipo di utilizzo, da quello cittadino a quello autostradale dei lunghi viaggi, passando per le tratte extraurbane dove può sicuramente consumare meno dei 6,5 l/ km che ho sperimentato di persona.


Diesel a partire da 34.92 euro


Un accenno infine ai prezzi e alle dotazioni della Mercedes CLA Shooting Brake che con motorizzazione a benzina parte da 3.39 euro (CLA 8 Executive 22 CV) e che con il diesel ha un listino base di 34.92 euro (CLA 2 CDI Executive 36 CV manuale). Su tutte le versione sono di serie alcuni importanti ausili alla guida e sistemi di sicurezza come l'Attention Assist, il Collision Prevention Assist Plus con frenata automatica d'emergenza e il Connect me; quest'ultimo comprende la chiamata d'emergenza a Mercedes-Benz in caso di incidente o di panne meccanica, con tanto di SIM card inclusa per la trasmissione dei dati alla centrale operativa, localizzazione del vaicolo e invio dei soccorsi. Oltre all'allestimento di partenza Executive sono poi previsti per la CLA Shooting Brake le versioni Business riservate ad aziende e partite IVA (da 32.86 euro), la Sport che costa 2. euro in più della Executive offrendo cerchi da 8", navigatore Garmin Map Pilot e telecamera di retromarcia e la ricca Premium (+2. euro sulla Sport) con fari bixeno e cerchi AMG da 8". La CLA 45 AMG 4MATIC Shooting Brake ha un prezzo base di 58.6 euro, mentre la versione centrale della gamma, quella forse più adatta al pubblico italiano è la CLA 2 CDI Automatic Shooting Brake Sport che costa 39.254 euro.

Mercedes CLA Shooting Brake, la familiare coupé è servita