La vedremo a fine 2014. A renderlo possibile sarà il dispositivo di Controllo Adattivo della Velocità di Crociera

Essere in auto, seduti al posto di guida e non doversi più concentrare sulla strada. Presto sarà possibile. Entro un anno arriverà la nuova Volvo XC90 che, grazie al dispositivo di Controllo Adattivo della Velocità di Crociera (Adaptive Cruise Control - ACC) con sterzata assistita, ci farà entrare nel "favoloso" mondo della guida autonoma (almeno in parte...). La Volvo XC90 di prossima generazione saprà seguire il veicolo che la precede mentre viaggia in coda e saprà rilevare il ciglio stradale e gli ostacoli evitandoli con la sterzata assistita. Sarà capace di rilevare se sta per uscire di strada e, nel caso, applicherà autonomamente una coppia di forze al volante per riportarsi in carreggiata, mentre noi magari staremo parlando al telefono... come si vede nella foto di copertina. L'obiettivo di Volvo, nel metterla a punto, è stato quello di evitare del tutto la collisione fra macchine, ed ecco come sta andando oltre.

VOLVO, SICUREZZA AL PRIMO POSTO

Entro il 2020 il costruttore svedese vuole azzerare il numero di persone uccise o gravemente ferite a seguito di incidente stradale. Inoltre, stando ai suoi dati, la guida autonoma può contribuire a dimezzare i consumi di carburante in determinate situazioni. "L'approccio di Volvo, sempre proiettato verso l’individuo (Volvo Around You) e l’impegno nell’ambito della sicurezza che da anni contraddistinguono l’operato di Volvo Cars ci consentono di sfruttare un punto di partenza diverso da quello delle altre case automobilistiche quando ci accostiamo all’area della guida autonoma", ha detto Håkan Samuelsson, Presidente e CEO di Volvo Car Group. Il passo successivo è la tecnologia che permette all’auto di seguire il veicolo che la precede a velocità più elevate. Questa tecnologia a sua volta apre la strada all’introduzione di Automobili ad Autonomia Elevata che consentono di delegare la responsabilità della guida al veicolo, che è in grado di gestire tutte le funzioni di guida a discrezione del conducente.

2017: IN SVEZIA DEBUTTA L'AUTO DEL FUTURO

Questa sofisticata tecnologia di guida autonoma verrà collaudata e valutata nell’ambito del progetto "Drive Me" che si svolgerà a Goteborg nel 2017: 100 clienti parteciperanno al progetto guidando altrettante Volvo con dispositivi di guida autonoma su alcune strade pubbliche selezionate in città e intorno ad essa. Questo progetto senza precedenti a livello mondiale scaturisce da una partnership fra Volvo Car Group, l’Amministrazione dei Trasporti svedese, l’Ente dei Trasporti svedese, il Parco Scientifico Lindholmen e il Comune di Goteborg. Il progetto "Drive Me" è sostenuto dal Governo svedese e verrà avviato già nel 2014 con una valutazione e uno sviluppo congiunto di veicoli di prova. "L'automobilista del futuro - scrive Volvo - potrà scegliere per il percorso da coprire un mix di guida autonoma e guida attiva, riuscendo così a sfruttare in modo efficiente il tempo trascorso in auto quotidianamente: potrà interagire tramite cellulare o tablet in assoluta sicurezza o semplicemente rilassarsi. La guida autonoma apre dunque la strada a una migliore gestione del tempo trascorso al volante".

La nuova Volvo XC90 guiderà da sola

Foto di: Eleonora Lilli