La sospensione del giornalista già toglie alla rete milioni di telespettatori, come finirà?

Jeremy Clarkson merita di tornare alla guida di Top Gear? Alla fine la bufera che si sta scatenando in questi giorni ruota solo attorno a quest’interrogativo. Riepiloghiamo: la scorsa settimana Jeremy Clarkson ha dato un pugno al produttore di Top Gear Oisin Tymon ed è stato sospeso dal programma. L’allontanamento (che molte altre aziende, per non dire tutte, avrebbero adottato considerando il comportamento di Clarkson) ha fatto infuriare i fan che in rete si sono scatenati con l’hashtag #BringBackClarkson. E’ stata persino lanciata su Change.org una petizione che in pochi giorni ha superato i 930 mila sostenitori.


In molti lo rivogliono in Tv, al grido di "Libertà di rissa". Persino il primo ministro David Cameron, che definisce Clarkson “un gran talento”, lo ha difeso a spada tratta asserendo che i suoi figli avrebbero “il cuore spezzato” non vedendolo più alla BBC… Così la scelta dei produttori di reinserirlo oppure no è molto difficile. Domenica scorsa la puntata di Top Gear è stata rimpiazzata da un documentario che ha totalizzato un milione e tre di telespettatori contro i cinque milioni che seguivano regolarmente il programma con Jeremy Clarkson. Se voi foste al loro posto cosa fareste?

Jeremy Clarkson picchia un produttore di Top Gear: chi al suo posto?

Foto di: Giuliano Daniele