Il vero lusso è affrontare ogni terreno fra sedili massaggianti, pellami pregiati e guardando un film su schermi da 10,2"

Qual'è il modo più comodo, lussuoso e "regale" di muoversi su strada? Qualcuno potrebbe citare la Rolls-Royce Phantom, altri la Mercedes-Maybach Classe S o la Bentley Mulsanne, ma se davvero volete affrontare ogni strada, anche la più impervia e sassosa, non c'è alternativa alla Range Rover. La regina della gamma ha però un nome ben preciso, Range Rover Autobiography Black, e porta avanti una tradizione di lusso e qualità di viaggio che dura da 21 anni. L'ultima rappresentante di questa aristocratica genia dimostra già dal prezzo il suo livello di esclusività e virtù artigianali, con i 155.300 euro di base riferiti alla motorizzazione 3.0 Diesel TDV6 e i 183.200 euro (di base) della 5.0 V8 Supercharged LWB a passo lungo. Volendo c'è anche l'ibrida a gasolio che parte da 169.700 euro.


Ma che cos'ha di così speciale questa Range Rover per costare quasi 61.000 euro più della versione d'accesso alla gamma? La risposta viene dall'utilizzo di pelli e materiali di altissima qualità per gli interni, dal tetto panoramico a tutta lunghezza, dai sedili climatizzati con funzione massaggio e la possibilità di avere i due sedili posterioi executive dotati di consolle centrale estesa e presa USB, sistema di intrattenimento con due schermi da 10,2" e tavolini elettrici estraibili rivestiti in pelle. A seconda delle richieste del cliente la Range Rover Autobiography Black viene allestita nella divisione Special Vehicle Operations di Jaguar Land Rover con lavorazioni su misura e personalizzazione delle finiture.

Range Rover Autobiography Black, la regina da 155.300 euro

Foto di: Fabio Gemelli