La casa aderisce al programma Top del Comitato Olimpico Internazionale, con oltre 750 milioni di euro

Toyota punta sugli sport olimpici: è stato infatti annunciato l'accordo per entrare tra i top sponsor del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), per un valore complessivo che, al cambio attuale, si aggira attorno ai 787 milioni di euro da qui ai giochi del 2024. Un valore molto elevato, ma anche la dimostrazione di un'industria automobilistica in netta ripresa: Toyota è la prima azienda motoristica ad affrontare una sponsorizzazione ad alti livelli al CIO, assieme ad un gruppo ristretto di noti marchi come, ad esempio, Coca-Cola, McDonalds, o Samsung e, tra le aziende giapponesi, Bridgestone e Panasonic. In effetti, già Nissan aveva mostrato una tendenza in tal senso, ma sponsorizzando un singolo evento olimpico, i Giochi di Rio del 2016.


La notizia è stata ufficializzata, dopo i rumors dei giorni scorsi, durante un evento a Tokyo, alla presenza del presidente di Toyota, Akio Toyoda, e al presidente del CIO Thomas Bach. Oltre alla normale visibilità per le vendite a livello internazionale, la scelta di entrare nel TOP (The Olympic Partner) program potrebbe essere legata al lancio su tutti i mercati di nuove tecnologie nel corso dei prossimi anni: in particolare le attenzioni riguarderebbero le vetture fuel cell a idrogeno, di cui la Toyota Mirai è la principale rappresentante ma che coinvolge altre case giapponesi come Honda; gli investimenti specifici in infrastrutture di rifornimento riguardano molti dei paesi coinvolti nei giochi olimpici, a cominciare dal governo giapponese, impegnato a preparare le olimpiadi di Tokyo del 2020.

Toyota Mirai, l'auto a idrogeno è fra noi [VIDEO]

Foto di: Fabio Gemelli