Premiate le proposte di stile di 10 studenti del Royal College of Art di Londra. Fra loro potrebbe esserci il designer Fiat del futuro

Come saranno le Fiat 500 e Panda del futuro? La risposta l’hanno data gli studenti del Royal College of Art di Londra che hanno sfornato un’impressionante quantità di proposte stilistiche fresche e stimolanti per le utilitarie Fiat del 2020. Questa inedita visione delle Fiat Panda e Fiat 500 del futuro è scaturita dal percorso formativo “Fiat Two of a Kind” promosso dal Lingotto nell’ambito del progetto europeo “Fiat Likes U” giunto alla sua seconda edizione. Dopo aver assistito a lezioni e presentazioni da parte di Lorenzo Ramaciotti, Roberto Giolito e Marco Tencone, i principali responsabili dello stile per il gruppo torinese, gli studenti hanno presentato le loro proposte e 10 di queste sono risultate vincenti.

IN PALIO UN CORSO DI DESIGN A TORINO

Scopo del concorso era quello di presentare progetti in grado di “sviluppare nuove soluzioni, sia per gli interni che per gli esterni, che puntano a idee innovative e immediate - quali l'interattività, l'interfaccia digitale, la sostenibilità e l'appeal globale - applicabili ai modelli 500 e Panda”. I 10 giovani vincitori si sono aggiudicati un soggiorno a Torino per visitare il Centro Stile Fiat-Chrysler e vedere realizzati i modelli tridimensionali dei loro progetti, ma soprattutto uno stage nella capitale italiana dello stile automobilistico da luglio 2014 a febbraio 2015.

10 PROPOSTE FUTURIBILI

Con l’idea di tracciare forme e carattere delle utilitarie del futuro, ispirate alla “funzionalità” per la Panda e alla “emozione” per la 500 i dieci progetti vincenti si sono distinti per originalità e stile. Fra i vincitori si segnalano Alexander Ibbett, Henri Peugeot e Liza Ricciardi che hanno sviluppato interni e materiali della Fiat 500 “Spresso”, Pierre Andlauer che ha tracciato il design della 500 “Cheerfully Irresponsible”, Francesco Binaggia che ha ideato gli interni modulari della Panda “Hug” e Ji Won Yun che ha concepito la spaziosa Panda Roomy. Nella categoria “Interazione con la vettura” i premi sono andati a Adam Peacock per “500 Experience” e a Xinglin Sun con la sua “Panda Vivo”. A vincere un premio per l’uso innovativo dei materiali è stata Gemma Waggett per la “Panda Flex”, mentre “Anima Panda” di Amy Lee ha visto riconosciuta la sua visione del service design dalla Panda 2020. Uno speciale riconoscimento è stato assegnato a Hoe Young Hwang per la Fiat 500+ che includeva un modello in clay degli esterni “Super Normale”.