Il debutto al New Delhi Auto Show il 5 gennaio. Prezzo da 7.460 euro

Lo Stato dell'India si conferma ancora una volta il trampolino di lancio preferito dai costruttori di auto che devono far debuttare vetture low cost. A sfruttare il fermento del vivace mercato emergente, dopo Tata e Volkswagen-Suzuki, è Toyota, che in occasione del New Delhi Auto Show, svelerà la sua prima low cost concepita e sviluppata insieme alla controllata (51,2%) Dahiatsu. L'auto, che potrebbe avere un prezzo di circa 11.000 dollari (7.460 euro al cambio attuale), verrà prodotta in India e commercializzata anche in Brasile, in Cina ed altri mercati emergenti a partire dal 2015.

Tuttavia, rispetto alla Tata Nano la nuova low cost Toyota avrà caratteristiche più vicine a quelle compatte occidentali ed utilizzerà un motore di 1 litro di cilindrata. La produzione sarà avviata dal 2011 nello stabilimento della Toyota Kirloskar Motors a Bangalore e non è da escludere il ricorso ad un nuovo marchio per non penalizzare quello di Toyota che in India è percepito come top brand. L'obiettivo della casa giapponese è infatti quello di allargare la propria presenza in India, dove attualmente possiede una quota di mercato molto bassa (attorno al 3%). Il target da raggiungere è almeno il 10% entro il 2015, per questo utilizzerà la nuova low cost e un inedito SUV dal prezzo accessibile da proporre insieme ai modelli tradizionali come la Camry, la Yaris, la Aygo e la Prius.