Al Top Marques Monaco, la supercar toscana si presenterà con il V8 tirato fino a 751 CV

La primavera regala alla Mazzanti Evantra una ventata di novità. L’occasione per mostrare l'upgrade sarà quasi un ritorno "a casa" per la supercar assemblata a mano a Pontedera, perché si mostrerà alla prossima edizione del Top Marques Monaco (16-19 aprile), rassegna riservata alle auto sportive di lusso, che già nel 2013 la ebbe come protagonista. La versione 2015 si fa subito notare per il frontale dall’aspetto più aggressivo: l’effetto è dovuto dall’arretramento delle linee di cofano e passaruota, che mettono in risalto la parte centrale del muso, movimentata dai caratteristici baffi e presa d’aria del radiatore.


E' parzialmente cambiato anche l’aspetto del posteriore, modificato per convogliare meglio l’aria e per integrare in maniera più armonica i gruppi ottici nel corpo vettura. Per sfruttare di più l’effetto suolo sono stati aggiunti uno splitter e le minigonne, oltre a modificare l'altezza da terra, in modo che l’estrattore posteriore, diviso da tre lamelle in fibra di carbonio, possa fare in maniera più efficiente il suo lavoro. Foto dell’abitacolo non sono state ancora rilasciate, ma Mazzanti ha comunicato che le novità per gli interni si sono concentrate sulla plancia, che accoglie un cruscotto inedito. Ma la modifica più succosa l’ha avuta il motore: il V8 7.0 aspirato è stato portato a 751 CV, sviluppati a 7500 giri, con la coppia che arriva a 860 Nm a 5000 giri: in altri termini sono 360 km/h di velocità massima e 0-100 km/h coperto in 3 secondi. Prestazioni da urlo.

Mazzanti Evantra, upgrade di potenza