Si concentrerà sulla vettura 2011, ma intanto ne affida una alla Signature

Manca ancora l'annuncio ufficiale, ma ormai la decisione è stata praticamente presa: l'Aston Martin non si presenterà al via della Le Mans Series 2010 in veste ufficiale, preferendo iniziare lo sviluppo della vettura adattata ai regolamenti che entreranno in vigore a partire dal 2011. L'Idea di David Richards infatti è di prendere parte solo alla 24 Ore di Le Mans con le due vetture targate Prodrive, affidandone una ad una struttura esterna che invece la farà correre per tutta la stagione.

E l'accordo per la seconda parte del piano c'è già, visto che ieri la Signature-Plus ha annunciato che appunto disporrà di almeno una Lola-Aston Martin classe Lmp1, che affiderà agli stessi piloti che ha schierato nel 2009, cioè Pierre Ragues e Franck Mailleux. "Questo è uno dei momenti più importanti della mia carriera", ha commentato Ragues. "Continuare con la Signature è fantastico, ma avere l'opportunità di correre con una Aston Martin è davvero bello. Sono orgoglioso di avere questa opportunità e cercherò di fare tutto il possibile per ripagarae la fiducia che è stata posta in me".