La pioggia non cambia il programma di gara. Sainz è pronto a divertirsi nel deserto di Atacama

Giornata di riposo alla Dakar 2014, perfetta per fare il punto della situazione che vede al momento restare in gara quasi la metà degli iscritti. Ricordando il belga Eric Palante morto nella tappa dell'altro ieri l'organizzazione ha valutato le insidie della settima tappa, quella Salta-Salta che però non subirà modifiche causa fango. Al momento il pilota più motivato sembra il trionfatore dello scorso anno Stephane Peterhansel, che ha vinto la sesta tappa e dichiara di puntare al primo posto nella classifica assoluta con la sua MINI. Il capoclassifica Nani Roma, anche lui con la MINI, punta a tornare competitivo al più presto, mentre Giniel De Villiers che è quarto con la Toyota dice che “la gara è ancora molto lunga”. Carlos Sainz,intervistato da OmniCorse.it non vede l’ora di divertirsi nel deserto di Atacama con la sua Buggy a trazione posteriore, ma ammette che con quasi due ore di ritardo ha detto addio ai sogni di vittoria. Per tutte le altre informazioni, le foto e i video in diretta andate allo speciale Dakar su OmniCorse.it

Classifica generale Auto (primi dieci)
1. Roma/Perin - Mini - 22.11'28"
2. Terranova/Fiuza - Mini - +30'30"
3. Peterhansel/Cottret - Mini - +33'23"
4. De Villiers/Von Zitzewitz - Toyota - +40'54"
5. Al-Attiyah/Cruz - Mini - +1.22'35"
6. Sainz/Gottschalk - Buggy SMG - +1.59'38"
7. Dabrowski/Czachor - Toyota - +1.59'39"
8. Thomasse/Larroque - Buggy MD - +2.21'08"
9. Holowczyc/Zhiltsov - Mini - +2.28'57"
10. Malysz/Marton - Toyota - +2.43'13"

Dakar 2014, giornata di riposo sotto il diluvio

Foto di: Fabio Gemelli