Il tuner tedesco porta il 2 litri turbo a 300 CV, la stessa potenza della Golf R

Non mancano mai le elaborazioni sulla Volkswagen Golf: ne è un esempio la Golf GTI di settima generazione passata tra le mani del tuner BBM Motorsport, che ha modificato la variante GTI Performance, già capace di 230 CV e 350 Nm. Una specifica cura a base di elettronica, collettore d'aspirazione in carbonio e nuovo down pipe di scarico, ha permesso al 2 litri turbo benzina di ottenere ben 300 CV e 440 Nm, vale a dire 70 CV e 90 Nm in più.

Le altre modifiche hanno riguardato uno specifico impianto di scarico Supersprint con tubi da 100 mm, un impianto frenante Stoptech con dischi da 328x25 mm e pinze a quattro pistoncini, e sospensioni KW, con altezza variabile da 20 a 55 mm. Nuovi anche i cerchi da 19" firmati BBS e con finitura grigio titanio, mentre le decals esterne sono realizzate dalla tedesca SFT Carwrap. Un intervento che porta la potenza massima al pari della Golf più cattiva, la Golf R, pur senza le stesse raffinatezze tecniche.

Volkswagen Golf GTI VII Plus by BBM Motorsport

Foto di: Sergio Chierici