Scatta la rivoluzione del Decreto n. 20, per cui dal 22 marzo 2014 tutte le ruote devono essere obbligatoriamente omologate

Una ruota omologata può essere una notizia poco coinvolgente, ma molto significativa. Da marzo 2013 è entrato in vigore un decreto, il Decreto n. 20, che ha cambiato la storia del tuning italiano stabilendo che dal 22 marzo 2014 tutte le ruote vendute e montate nel nostro paese siano obbligatoriamente omologate, a prescindere dalle dimensioni - che possono pure essere uguali a quelle riportate a libretto - e dalla categoria, che può essere anche delle "ruote speciali". OZ, azienda molto conosciuta nel mondo dell'elaborazione che da sempre omologa le proprie ruote in Germania con TUV e KBA e in Giappone con JWL e VIA, ha omologato oggi la prima ruota in Italia. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha omologato la ruota OZ Superturismo GT e WRC 7”x17”, che riporterà stampigliato, come da regolamento, il codice di riconoscimento della omologazione Italiana n° NADE 001 del 16 gennaio 2014.

"L'omologazione della prima ruota è un passo molto importante per OZ e per il mercato della ruota in generale", si legge nella nosta del produttore. "Con il nuovo decreto si è fatto un grande passo avanti per la sicurezza di chi si trova a bordo delle auto e non solo - ha commentato Bernoni, CEO di OZ SPA -. La familiarità con questi processi di omologazione, 'pane quotidiano' per l’azienda per alcuni mercati dove l’omologazione è già obbligatoria da molti anni (vedi omologazione KBA in Germania), ci ha permesso di sviluppare una proficua collaborazione con i responsabili della Motorizzazione insieme alla quale ci stiamo impegnando per dare risposte rapide e concrete ai consumatori ed al mercato che finalmente potrà avere maggior trasparenza sui reali valori dei prodotti". Ricordiamo che l'omologazione della prima ruota OZ avviene dopo la precedente e propedeutica certificazione dei siti produttivi dell’azienda da parte del Ministero.

Tuning: omologata la prima ruota OZ

Foto di: Eleonora Lilli