La versione a passo lungo sarà disponibile dal prossimo anno e prodotta in loco

L’elettrificazione della gamma Audi va avanti con una tappa fondamentale in Cina, un mercato strategico per molti costruttori e appunto per la casa dei Quattro Anelli, che già nel 2009 vi era leader per le auto premium. Dopo avervi lanciato quest’anno la A3 Sportback e-tron, al Salone di Shanghai (qui il dossier) la casa tedesca presenta la Audi A6L e-tron, un’ibrida plug-in basata sulla versione a passo lungo del modello che sarà in vendita dal prossimo anno solo in Cina e che sarà prodotta in loco insieme alla partner FAW-Volkswagen. E’ la prima volta che un’Audi idrida plug-in è Made in China, scelta la dice lunga sull’importanza di questo mercato per il prossimo futuro.


Differente dentro


Esternamente la Audi A6 L e-tron non è troppo diversa dalla A6 di ultima generazione. A cambiare, oltre al passo, sono le luci diurne a LED, che rinfrescano il frontale, ed i cerchi in lega da 18" che hanno un disegno specifico. A bordo la dotazione resta la stessa, con il sistema Audi MMI Navigation Plus che gestisce il sistema di infotelematica (di serie), ma il guidatore ha di fronte tutte le informazioni che riguardano il propulsore ed i consumi.


Appena 2,2 litri per 100 km


La Audi A6 L e-tron ha la potenza complessiva di 245 CV grazie all’abbinamento tra un 2.0 TFSI da 211 CV e 350 Nm di coppia ed un motore elettrico da 91 kW e 220 Nm di coppia. Riesce a scattare da ferma a 100 km/h in 8,4 secondi e ad arrivare ai 210 km/h, ma i suoi numeri più interessanti sono ovviamente quelli legati alla percorrenza e al consumo. In modalità elettrica promette un’autonomia fino a 50 km, che col pieno di carburante arrivano a 880. Si ricarica in massimo otto ore e consuma 2,2 litri di carburante per 100 km emettendo 52 g/km di CO2.

Audi A6 in Cina è L e anche e-tron

Foto di: Eleonora Lilli