Motori tutti Euro 6, nuovo sistema di infotainment e sospensioni elettroniche (a richiesta)

Aggiornamenti in arrivo per la Seat Alhambra, che è lanciata sul mercato a fine 2010 come terza generazione di una “stirpe” nata nel 1996, quando la Ford Galaxy e la Volkswagen Sharan nascevano sullo stesso pianale. Ora la parentela rimane solo con la “cugina” di Wolfsburg – anch'essa rinnovata meno di due mesi fa - con cui condivide la maggior parte degli organi meccanici e parte della componentistica. Il suo arrivo sul mercato italiano è previsto per settembre 2015, con gli ordini che verranno aperti a maggio.


Stile più moderno


Lo stile, come d'abitudine nei facelift del Gruppo VW, si è evoluto con piccoli ritocchi e modifiche di dettaglio che non stravolgono la linea complessiva dell'auto ma la rendono più attuale. Tra queste spiccano le nuove luci posteriori a LED che si inseriscono nel portellone modificato, l'inedita griglia anteriore e i cerchi in lega con grafiche ridisegnate. All'interno il volante è quello della Leon, ci sono nuovi colori per i rivestimenti, alcuni comandi sono stati resi più ergonomici ed è stato implementato il sistema di accesso e avviamento senza chiave, Kessy. Al centro della plancia, poi, spicca Il sistema d’infotainment Seat Easy Connect basato su un display touch da 6.5” e processori di ultima generazione, che rendono più rapide e fluide le operazioni. Anche la gamma è stata semplificata con la definizione di soli due allestimenti, Style e Advanced.


Motori diesel Euro 6


Tutte le motorizzazioni sono state aggiornate e sono conformi alle norme Euro 6. Il 2.0 TDI è disponibile in tre livelli di potenza: 115, 150 o 184 CV, con la trazione integrale 4DRIVE disponibile nella configurazione mediana. Le due unità meno potenti, peraltro, dichiarano un consumo combinato di 4,9 L/100 km, con emissioni di 130 g/km di CO2. La trasmissione automatica a doppia frizione DSG, infine, sarà disponibile su tutte le versioni, eccetto il 2.0 TDI da 115 CV. Quanto alla tecnologia, la Seat Alhambra attinge a piene mani da quanto disponibile nel Gruppo VW, per cui la frenata anticollisione multipla è di serie. A seconda degli allestimenti, invece, saranno disponibili il monitoraggio dell'angolo cieco (Blind Spot Sensor) le sospensioni a gestione elettroniche con regolazione adattiva (DCC).

Seat Alhambra restyling, tre turbodiesel per tutti i gusti