Per i clienti cinesi è stata presentata la L Bespoke Edition, una serie speciale con interni da concept car

Il Salone di Shanghai riguarda ben poco noi italiani, non ci sono prodotti destinati al nostro mercato, ma è un’incredibile vetrina sulle ultime tendenze dell’auto di lusso. Lo dimostra anche Infiniti che presenta una Q70 mai vista prima. Non solo è a passo lungo, come piace ai cinesi (ci sono 150 mm in più), ma ha interni inediti che la avvicinano ad una concept car. Si chiama Q70L Bespoke Edition ed è equipaggiata da quattro sedili premium rivestiti in pelle trapuntata bianca lavorata a mano. Ogni dettaglio è stato realizzato con la massima precisione artigianale ed i materiali sono prestigiosi. “Il nostro crescente portafoglio prodotti continua ad essere ispirato dal linguaggio del design, mentre Infiniti rafforza ulteriormente la propria presenza distintiva nel mondo premium”, ha detto Roland Krueger, Presidente Infiniti Motor Company. Tradotto in parole povere: la Cina è un mercato ormai troppo importante per i costruttori, che devono “coccolare” i clienti per non perderli (vista la concorrenza sfrenata).


Infiniti sta raccogliendo buoni frutti, nel primo trimestre 2015 ha registrato il suo miglior risultato di vendita di sempre a livello mondiale con 52.000 vetture vendute (+12%), perciò la sfida consiste nel mantenere questo risultato e la Cina è un mercato chiave. Qui le vendite da gennaio sono cresciute del 28,3% (anno su anno) e, grazie ai recenti investimenti, nei prossimi cinque anni Infiniti allargherà la sua impronta produttiva a cinque nazioni in tre continenti e la sua rete distributiva, dagli attuali 490 Centri Infiniti dislocati a livello mondiale, aumenterà di un terzo entro la fine del 2016. In arrivo ci sono novità come la coupé sportiva premium che sarà prodotta nel 2016 sulla base della due porte Q60 Concept che è al Salone di Shanghai insieme alla Q70L Bespoke Edition e alla Q80 Inspiration.

Salone di Shanghai, Infiniti Q70 mai così lussuosa

Foto di: Eleonora Lilli