Ben Collins, il pilota misterioso di Top Gear, confessa il suo debole per l'americana

La Ford Mustang è certamente l'auto sportiva che conta più apparizioni al cinema. Dal 1966 a oggi è stata protagonista di tantissime pellicole, a volte in versione coupè e altre con carrozzeria cabrio, ma sono le versioni speciali a essere entrate nell'immaginario collettivo. Due su tutte, la Shelby GT 500 del 1968, che Nicolas Cage ha ribattezzato “Eleonore” in Fuori in 60 secondi e la Shelby GT 350 dello stesso anno che Steve McQueen guida in Bullit e che è protagonista di un rocambolesco inseguimento sulle strade di San Francisco. Così, secondo Ben Collins, alias “The Stig” la Mustang rimane sempre la scelta migliore se si vuole “far mangiare la polvere ai cattivi, lasciandoli in una nuvola di fumo”, chiaramente all'interno di una pellicola.


Collins è senza dubbio la persona giusta per dire una cosa del genere, visto che oltre a vestire i panni del pilota misterioso durante varie stagioni di Top Gear, ha usato le sue abilità di pilota anche come stuntman in diversi film di azione hollywodiani. Un'esperienza che si è rivelata preziosa e che ha messo a frutto in una pellicola dedicata alle sue gesta e intitolata “Ben Collins: Stunt Driver”. Nel film Collins guida ogni genere di auto - impegnandole anche in scene di azione con elicotteri militari e aerei acrobatici – dalla Aston Martin Vanquish alla BMW M3, passando per la McLaren 650S e per la Jaguar F-Type, ma anche per vetture esotiche come la Ariel Nomad e la Noble M600. Ma, nonostante questo parco auto d'eccezione, per Collins l'auto migliore per fare “stunt” in un film è sempre la Ford Mustang, sia per le sue qualità stradali che per la sua immagine.

Ford Mustang, per The Stig è l'auto migliore da usare in un film