Molti annunci possono soddisfare chi non è convinto del design originale del nuovo modello

La nuova Jeep Cherokee, nata in piena era Fiat (il pianale è derivato da quello dell'Alfa Romeo Giulietta), è una vera rivoluzione anche per lo stile. Le feritoie anteriori restano sette, ma il frontale è a punta, i fari sono disposti su tre livelli e l'aspetto generale è quello di una crossover adatta anche per l'off-road. Per i meno coraggiosi, per chi non vuole aspettare il secondo trimestre dell'anno o semplicemente per chi vuole risparmiare, ci sono sempre le Jeep Cherokee usate anche dell'era Daimler e delle generazioni precedenti.

La Jeep Cherokee dotata del 2.8 CDI con varie potenze si può trovare a prezzi inferiori ai 20.000 euro, e con chilometraggi non elevatissimi: 15.900 euro, ad esempio, è la richiesta per una 2.8 CRD DPF Sport del 2010 con soli 23.000 km, mentre lo stesso modello in edizione Limited con 72.000 km e navigatore incluso è proposta a 15.990 euro. Per chi vuole risparmiare, c'è il modello precedente, offerto di norma a meno di 10.000 euro, ma con più km sulle spalle: si segnala una Cherokee 3.7 V6 Limited a benzina del 2007 (204 CV) con 78.500 km, proposta a 8.700 euro fatturabili. E volendo ci sarebbe anche un esemplare del 1996 offerto a soli 800 euro, ma con un piccolo particolare: manca il motore.

Jeep Cherokee

Foto di: Sergio Chierici