Serie speciale per i cinquanta anni dalla nascita della prima GT350, con i 5.2 V8 da 507 CV

In attesa di provare la nuova generazione della Ford Mustang nelle versioni “normali” 2.3 EcoBoost da 314 CV e 5.0 V8 GT da 418 CV, da oltreoceano arrivano nuove informazioni sulle varianti più performanti, in questo caso sulla Shelby GT350R. Questa Mustang, realizzata per celebrare il cinquanta anni dall’uscita del primo modello GT350 (era il 1965), verrà assemblata durante quest’anno in soli 37 esemplari, corrispondenti ad altrettanti numeri di telaio marchiati 2015. Se negli anni Sessanta, l’antenata dimostrò di che cosa era capace la piccola “pony car” di Dearborn, oggi l’erede monta il motore aspirato più potente di tutta la storia Ford, un 5.2 V8 da 507 CV. Anche la scelta di realizzare solo 37 unità della GT350R è un omaggio al passato, infatti della GT350 originale furono costruiti proprio questo numero di pezzi, di cui due erano prototipi.


Le GT350 “normali” saranno 100


Ma se le pochissime Mustang GT350R saranno degli “istant classic” da collezione, ci sarà qualche possibilità in più di accaparrarsi una GT350 “liscia”. Le differenze tra le due sono piuttosto limitate, ma il pacchetto estetico della “R” è sicuramente più estremo. Quest’ultima, poi, è più leggera di 59 kg, dopo avere rinunciato ai sedili posteriori, all’impianto audio, al kit riparazione pneumatici e al climatizzatore. In ogni caso, la GT350 sarà costruita in 100 esemplari, tutti definiti come model year 2015. Di questi, 50 saranno equipaggiati con il Technology Package e altri 50 con il Track Package. Il primo (7.500 dollari) è dedicato a chi ama il comfort, con i sedili in pelle ventilati e riscaldati, il telecomando universale per il garage, la radio satellitare (negli USA è molto diffusa), il climatizzatore automatico bi-zona, il navigatore e il Sync 3.


Difficilmente la vedremo in Europa


Il pacchetto dedicato al circuito, invece, include una barra duomi, molle anteriori più rigide e tre radiatori dell’olio, uno per il motore, uno per la trasmissione e l’ultimo per il differenziale. Quanto alla disponibilità in Europa e di conseguenza in Italia delle Mustang GT350, non ci sono notizie ufficiali. Sicuramente ottenere l’omologazione per un quantitativo di auto così piccolo non è conveniente e probabilmente queste Mustang rimarranno appannaggio degli States. Tuttavia, mai dire mai, perché un cliente particolarmente determinato e facoltoso potrebbe convincere gli americani a spedirne una anche qua.


 

Ford Shelby GT350R, la Mustang più sportiva