Più spaziosa e confortevole, la X1 diventa a trazione anteriore, ma sempre BMW

Coi suoi 4 metri e 43, la nuova BMW X1 rientra perfettamente in quel segmento che piace tanto al mercato, ovvero quello dei SUV compatti premium. Sono perfetti per viaggiare, molto gestibili in città e offrono design ricercato, tanta tecnologia e motori che spingono, ma parchi nei consumi. Lo sa bene BMW che con questa nuova generazione di X1 ha voluto fare un passo avanti in quanto a spazio e versatilità, spostando l’ago della bilancia sul confort piuttosto che sulla sportività. Scoprite come in questo #pechécomprarla.


Pregi e difetti


L’adozione della piattaforma ULK, già utilizzata sulla Serie 2 Active Tourer ha portato la trazione davanti, permettendo una riprogettazione di tutto l’abitacolo che ora è più spazioso. Le sedute sono rialzate, sia davanti che dietro dove i passeggeri godono di oltre 5 cm in più sopra la testa e più di sei per le gambre, soprattutto se si beneficia del divano posteriore regolabile, optional da 310 euro presente nella nostra prova. Il maggiore confort di bordo si rispecchia anche nella guida: l’impostazione rimane BMW ma non cercare quella reattività della precedente X1, visto che la distribuzione dei pesi della trazione posteriore è ormai un ricordo lontano. Qui c’è tanta elettronica che può rendere la guida più coinvolgente, anche se l’assetto (con DDC, optional) tra confort e sport non cambia tantissimo, rimanendo comunque sempre preciso e omogeneo. Solo sulle buche più profonde in città diventa rumoroso. E infine il prezzo, elevato, ma peggio ancora non comprende spesso accessori che su un’auto così ci si aspetterebbe di avere di serie, ma lascia il meglio della tecnologia all’esagerata lista optional.


Qual è la versione migliore?


L’auto della nostra prova, una 20d xDrive Sport con cambio automatico e altri accessori, costa circa 50.000 euro. Se però non abitate in montagna o in Lapponia, la trazione anteriore è più che sufficiente visto che in inverno con delle buone gomme invernali si va dappertutto; e ecco perché una 18d sDrive con cambio manuale e allestimento xLine, con magari l’optional del DDC, probabilmente è la soluzione più equilibrata e ricercata per il nostro mercato.

Nuova BMW X1, perché comprarla… e perché no [VIDEO]