E’ il 1.5 benzina 136 CV della 318i. Fra un anno arriva anche l’ibrida plug-in 330e da 252 CV

Sembra ieri e invece sono passati quattro anni dal lancio della BMW Serie 3 di sesta generazione, quella che gli appassionati riconoscono anche per la sigla di progetto F30. I tempi sono quindi maturi per l’arrivo della BMW Serie 3 restyling, disponibile sempre con carrozzeria berlina a quattro porte e Touring familiare, ma aggiornata più nella sostanza che nella forma, con quattro motori a benzina e sette diesel già al lancio. La novità più importante della gamma propulsori è di certo il tre cilindri a benzina che si nasconde dietro alla sigla 318i, ovvero quel 1.5 da 136 CV già utilizzato dalla MINI Cooper. Un’altra novità importante è la BMW 330e, la prima Serie 3 ibrida plug-in che verrà lanciata nel 2016 e utilizzerà il 2.0 benzina e l’elettrico da 252 CV totali per consumare solo 2,1 l/100 km.


Per un pugno di LED


L’aspetto esterno della BMW Serie 3 restyling è stato modificato nella forma dei paraurti, delle prese d’aria anteriori, nella predisposizione per il sensore del cruise control adattivo e nella presenza delle luci posteriori a LED, oltre che nel disegno dei gruppi ottici anteriori con luci diurne a LED e fari full LED opzionali. L’abitacolo è invece diverso a livello della console centrale con copertura scorrevole dei porta-bicchieri, nella presenza di nuove finiture cromate e di inserti inediti. Come impone ormai ogni restyling serio anche il reparto infotainment e ausili alla guida è stato migliorato; la BMW Serie 3 restyling propone così l’head-up display a colori, il sistema di navigazione Professional con aggiornamenti automatici “over the air”, il supporto per la telefonia mobile LTE e il Park Assistant per il parcheggio automatico. Tutte le novità riguardano ovviamente anche la BMW M3 che offre le vernici esterne Individual metallizzate tansanitblau, azuritschwarz, rauchtopas e champagner quarz.


BMW 318i, quella a tre cilindri


La nuova famiglia di motori modulari BMW EfficientDynamics caratterizza la Serie 3 restyling nelle versioni a tre, quattro e sei cilindri. Ad aprire il listino dei motori a benzina ci pensa per la prima volta il 1.5 a tre cilindri della BMW 318i, propulsore da 136 CV e 220 Nm che permette alla rinnovata berlina tedesca di raggiungere i 210 km/h e di consumare in media 5,0 l/100 km con il cambio automatico 8 marce o 5,1 l/100 km con il manuale 6 marce. Del tutto nuovo è anche il motore della BMW 320i berlina e Touring disponibili anche con la trazione integrale xDrive, un due litri a quattro cilindri da 184 CV che nel ciclo combinato registra un consumo di 5,3 l/100 km; lo stesso quadricilindrico TwinPower Turbo portato a 252 CV spinge l’inedita BMW 330i che consuma 5,5 l/100 km, mentre la BMW 340i monta il sei cilindri di tre litri e 326 CV. La gamma a gasolio include invece la 316d due litri da 116 CV e 3,9 l/100 km, la 318d da 150 CV e la 320d da 190 CV che nella versione berlina EfficientDynamics Edition (163 CV) abbatte i consumi fino ai 3,8 l/100 km; lo stesso motore arriva fino ai 218 CV sotto al cofano della 325d. Salendo di frazionamento c’è poi il 6 cilindri in linea di tre litri della BMW 330d da 258 CV che nel caso della 335d arriva a 313 CV.

BMW Serie 3 restyling, benvenuto 3 cilindri