BMW è quasi pronta a produrre ruote leggere e robuste in carbonio rinforzato con plastica

L'impiego della fibra di carbonio nella produzione automobilistica si sta sempre più diffondendo anche per le auto di serie: lo dimostra BMW, che ha annunciato che tra uno o due anni potrà fornire ruote interamente in fibra di carbonio rinforzate con plastica (CFRP). I vantaggi, sulla carta, sono innegabili: pesano il 35% in meno di un cerchio in lega, ma anche il 25% in meno rispetto ad altri tipi di ruote in commercio, che impiegano ancora il metallo per le razze. La tecnologia della fibra di carbonio è già attualmente presente in altri modelli BMW, come le "hi-tech" i3 e i8, ma anche le sportive M3, M4 e M6, per componenti strutturali come tetto o supporti degli scudi.

Anche l'albero di trasmissione delle M3 ed M4 è in CFRP, consentendo un alleggerimento del 40% rispetto al precedente, e con riduzione delle masse rotanti. Prossimamente, altri modelli BMW e MINI adotteranno componenti anche in CFRP riciclato, per telaio, strumentazioni o ruote di scorta. Nel caso dei cerchi interamente in fibra di carbonio, però, la tecnologia deve tener conto anche delle sollecitazioni continue e irregolari cui è sottoposta ogni ruota, per ottenere il giusto rapporto tra leggerezza e robustezza ed elasticità strutturale. All'inizio, sarà probabilmente un accessorio destinato a modelli BMW di nicchia, ma ci sono tutte le premesse per una futura diffusione anche su auto meno esclusive.