Il 6 cilindri da 370 CV, i 270 km/h, le dotazioni, gli optional e il confronto con le rivali più accreditate

Natale si avvicina e non c'è momento migliore per sperare nell'apparizione sotto l'albero del regalo che ognuno si aspetta da tempo. Per un appassionato di automobili e di bella guida un dono adatto potrebbe essere la BMW M2 Coupé, un vero giocattolo per bimbi cresciuti che hanno ancora la voglia di divertirsi guidando. Con abile mossa di marketing, o per casuale tempismo, il prossimo primo dicembre entra a listino la nuova M2, sportiva compatta che racchiude in sé molte delle doti ricercate dai cultori del genere: motore anteriore longitudinale 6 cilindri in linea 3.0 TwinPower Turbo da 370 CV, trazione posteriore e un tempo di 4,3 secondi per andare da 0 a 100 km/h, senza contare la velocità massima che con l'M Driver's Package arriva a 270 km/h. L'unico problemino che può frenare la generosità di Babbo Natale è il prezzo non proprio popolare, pari a 62.400 euro.


Rivali indirette, ma agguerrite


La cifra richiesta per la BMW M2 Coupé è sicuramente alta, neppure troppo lontana dagli 80.150 euro della più grande BMW M4 da cui trae ispirazione, ma occorre comunque ricordare che l'esclusività della nuova sportiva bavarese sta anche nel fatto che rivali con la stessa architettura meccanica, potenza e dimensioni così ridotte (4.468x1.854x1.410 mm) praticamente non ne esistono. Le uniche che le si avvicinano sono la Jaguar F-Type che ha 340 CV e costa 67.730 euro e la Toyota GT86, che però si rivolge ad un pubblico diverso con i suoi 200 CV e un listino base di 30.500 euro. Per trovare altre concorrenti più vicine della nuova M2 Coupé occorre così rivolgersi a modelli differenti come la Porsche Cayman dotata di 275 CV e un prezzo base di 53.514 euro (66.858 euro la Cayman S da 325 CV), l'Alfa Romeo 4C con 240 CV che parte da 65.000 euro, oppure l'Audi TTS da 310 CV e 53.700 euro. A questo punto, trattandosi comunque di sportive eccellenti, la scelta è solo questione di gusti.


M2 Coupé, dotazioni e optional


Un accenno infine alle dotazioni e agli optional della BMW M2 Coupé che nasce di serie con cambio manuale a 6 rapporti, cerchi in lega neri M da 19", differenziale autobloccante attivo a controllo elettronico, fari Bi-Xeno adattivi con anelli luminosi a LED, climatizzatore automatico bizona, navigatore BMW Connected Pro, sedili anteriori sportivi e vernice pastello Alpine White senza sovrapprezzo. Fra le opzioni a pagamento si segnalano in particolare il cambio automatico M DKG a doppia frizione con Drivelogic (4.040 euro), quello che permette di ridurre il tempo di accelerazione 0-100 da 4,5 a 4,3 secondi, i sedili anteriori elettrici (1.000 euro), la vernice metallizzata Black Sapphire, Mineral Grey e Long Beach Blu (1.000 euro) e l'M Driver's Package (2.550 euro) che comprende limitatore di velocità a 270 km/h anziché a 250 km/h e corso di guida M dedicato.

BMW M2 Coupé, giocattolo da 62.400 euro

Foto di: Fabio Gemelli