Arriverà nel 2016 e sarà più potente degli attuali 6 cilindri. In futuro, probabilmente, anche sulla 911

I più esperti già lo sanno: il motore a quattro cilindri non è una novità per Porsche. E non sono ottimi ricordi, a dirla tutta, visto che fu montato sulla sfortunata 914, la "Volkswagen-Porsche": troppo cara per essere una VW, troppo lenta per essere una Porsche. I presupposti oggi sono completamente diversi. Innanzitutto, i modelli su cui verrà montato il nuovo 4 cilindri sono dei successi indiscussi: Cayman e soprattutto Boxster non hanno bisogno di presentazioni. Secondo, in Porsche hanno già sbagliato una volta, di sicuro non ci cascheranno di nuovo. Parola del CEO di Porsche, Matthias Müller, che ha annunciato che il nuovo propulsore debutterà il prossimo anno.


Niente "Baby Boxster"


Del ritorno di Porsche al quattro cilindri si parla già da qualche tempo. Inizialmente, si ipotizzava la creazione di un modello di accesso alla gamma più piccolo della Boxster stessa. Idea tramontata: al momento, l'ipotesi più probabile è quella dell'abbandono del 2.7 e del 3.4 flat six. Per le più piccole, rimarrebbe dunque solo il 4 cilindri, escluse Boxster Spyder e Cayman GT4, che dovrebbero poter continuare a contare sul 3.8 aspirato della 911.


Una piccola rivoluzione nei motori di Züffenhausen


L'arrivo del quattro cilindri porterà un vero stravolgimento nell'offerta di motori delle sportive di Casa Porsche. 911 GT3 e GT3 RS - ovvero le più pistaiole - potrebbero essere le uniche a continuare ad avere il motore aspirato. Le varie Carrera, Carrera S e GTS dovrebbero (il condizionale è d'obbligo) invece ricevere un flat six sovralimentato in vari livelli di potenza, con al vertice, ovviamente, Turbo e Turbo S. E se vi state chiedendo se anche la 911 verrà "contaminata" dal flat-four - il nuovo 4 cilindri boxer - la risposta è sì. O meglio, Müller ha affermato: "Per il momento non è in previsione l'uso di questa unità al di fuori di Boxster e Cayman. Vedremo le reazioni del pubblico e in base a quello decideremo". Fuori dal linguaggio di un top manager: sì, non è ancora il momento, ma la direzione è quella. Anche perché, per quanto 4 saranno sempre meno di 6, la sovralimentazione consente miracoli dal punto di vista della potenza, mentre l'elettronica ne promette altrettanti da quello del sound. Con buona pace dei puristi della meccanica.

Porsche, in arrivo i quattro cilindri boxer

Foto di: Fabio Gemelli