Dalle protezioni gommose all'abitacolo diverso da tutte le altre auto: qui nulla è banale!

Si chiama Cactus, ma vista da vicino e toccata con mano è tutto tranne che pungente. Che la Citroën abbia una tradizione di esperimenti e azzardi è cosa nota; con la C4 Cactus questa filosofia trova la sua consacrazione in tempi moderni. Tempi contraddistinti da design sempre troppo uguali, in cui la crossover francese si distingue con un look molto particolare e non solo. Le dimensioni sono compatte (4,16-1,73-1,48 metri per lunghezza, larghezza e altezza rispettivamente) e la linea è tutta curve. La Citroën C4 Cactus stupisce però con gli airbump, vere e proprie“bolle” di plastica riempite di aria: una soluzione certo estetca, ma soprattutto pratica, studiata per difendere le fiancate, il muso e la coda dai piccoli colpi.

E se pensate che le sorprese siano finite qui, aprite la portiera: l'abitacolo calamita parecchi sguardi qui al Salone di Ginevra (6-16 marzo). Un display digitale davanti al guidatore fornisce tutte le informazioni, mentre un tablet da 7” sulla console permette di gestire le funzioni della vettura. Il colpo di scena degli interni, il corrispettivo degli airbump, la Citroën C4 Cactus lo piazza con l’airbag del passeggero, il primo al mondo integrato nel tetto in modo da liberare spazio nell’abitacolo. A proposito di abitabilità, gli interni essenziali e la panca piatta regalano cinque posti veri.

Capitolo motori: 1.2 a benzina aspirato o turbo - 82 o 110 CV - e 1.6 turbodiesel da 92 o 100 CV, che nella versione blueHdi emette l’inezia di 82 g/km di CO2 e percorre ben 32,3 km/l, grazie anche al peso contenuto intorno ai 1.000 kg. Una leggerezza che non ha compromesso la sicurezza: gli ausili alla guida disponibili sulla francese comprendono il Park Assist, la retrocamera, le luci si svolta e il servizio Citroen eTouch per le chiamate d’emergenza e assistenza. Ultima chicca: il tetto in vetro senza tendina, ma con protezione UV per fermare i raggi nocivi del sole.

Citroen C4 Cactus, a Ginevra è tempo di originalità