Basta mettere in pratica qualche piccolo accorgimento per evitare fastidiosi problemi

L'Italia è divisa in due, col sole al Nord e la neve e la pioggia al Sud. Può quindi tornare utile sapere cosa fare in casi in cui la sicurezza stradale è compromessa, perché la visibilità cala e gli spazi di frenata si allungano. Il maltempo è causa anche di almeno altri due problemi: la tensione nervosa sale trasformando il viaggio in auto molto più stressante, sia per il guidatore sia per i passeggeri, e poi si rischia di stare in macchina più tempo di quanto richieda il percorso. Ecco quindi qualche accorgimento per evitare guai.


Meteo, sei passi perché sia meno nemico


1 # Previsioni. Non ci stancheremo mai di ripeterlo: prima di partire bisogna sempre controllare le previsioni meteo che interessano l'intero percorso. E per restare aggiornati in tempo reale, esistono app specifiche consultabili in qualsiasi momento o i canali radio specializzati. Tutti i dettagli li trovate di seguito.


2 # Fatevi vedere. Nebbia e pioggia, neve o grandine, rendono ancora fondamentale farsi vedere dagli altri nel miglior modo possibile. Prima di avviarvi, verificate che i fari funzionino, che nel lavavetri ci sia acqua mischiata a detergente (anti-congelamento) e che a bordo ci sia un raschietto: da usare per liberare i vetri dallo strato di ghiaccio eventualmente formatosi in parcheggio. E tenete a portata di mano il giubbotto retroriflettente, da indossare velocemente, in caso si debba scendere dall'auto.


3 # Occhi aperti. Oltre a farvi vedere, siete voi che dovete vedere bene tutti: i tergicristalli devono essere in perfette condizioni. Sentite troppo rumore o lasciano segni sul parabrezza? Valutate se è il caso di sostituirli. Utile anche lasciarli sollevati nelle soste per evitare che il freddo o la neve le rovinino.


4 # Caldo interno. Perché il parabrezza non sia appannato, assicuratevi che il climatizzatore funzioni a dovere. Idem per il lunotto termico, così che la visibilità posteriore sia ottimale, e pure le retromarce risultino sempre comode.


5 # Le gomme giuste. Al di là degli obblighi di montare pneumatici invernali o di avere catene nel baule, è comunque meglio viaggiare con gomme termiche nella brutta stagione. Garantiscono aderenza e in generale una maggiore sicurezza nei momenti critici. Per saperne di più vi consigliamo di leggere il nostro dossier.


6 # Guidare con "dolcezza". Lo abbiamo scritto molte volte, la regola base per guidare sull’asfalto scivoloso e sulla neve è quella di azionare i comandi senza manovre brusche: quando si agisce su freni, sterzo e acceleratore si deve procedere delicatamente. Anche perché, specie se si viaggia in Italia, i "crateri" nell’asfalto diventano ancora più “invisibili” e insidiosi.


Aquaplaning, mai sottovalutarlo


Attenzione al rischio di "aquaplaning": si verifica quando il livello dell’acqua sull’asfalto è pari o superiore a 1 centimetro. Si ha uno slittamento sull'acqua, una sorta fenomeno di galleggiamento, e l’aderenza scompare. Non si è più in grado di far rallentare o cambiare direzione al mezzo, che resta solo soggetto alle regole della fisica: in particolare, prosegue in avanti per inerzia, col guidatore impotente. Ecco perché d’inverno gli pneumatici invernali diventano fondamentali: il problema viene limitato, con il battistrada che comprime la maggiore quantità d’acqua formatasi fra ruota e asfalto.


I numeri utili


Telefono
Autostrade per l’Italia 840 04 21 21
Anas 84 11 48
Salerno-Reggio Calabria 800 290 092


Radio
Isoradio 103.3
RTL 102.5

Internet
www.autostrade.it
www.stradeanas.it
aiscat.it


Facebook
Autostrade per l’Italia


App
App VAI di ANAS
Infoblu Traffic


TV e web TV
My Way, in onda sul canale 500 e 501 di Sky
Info tutte le mattine su Canale 5 e La7
www.stradeanas.tv