Assunte 1.500 persone, con un investimento totale di 840 milioni di sterline

La Bentley Bentayga, il non-plus-ultra dei SUV, è sulle linee di assemblaggio. E’ una notizia che viene festeggiata a Crewe perché rappresenta l’investimento più grande nella storia del marchio: 840 milioni di sterline. Negli ultimi quattro anni, ovvero da quando è partito il progetto, sono state assunte 1.500 persone in Bentley e, se il primo SUV nonché la prima vettura diesel con il marchio della B alata sulla calandra, avrà successo la sua fortuna potrebbe allargarsi ancora di più. Le consegne partiranno a gennaio e, come vi abbiamo già detto, per “soli” 608 clienti VIP è già pronta la First Edition con un cronografo Breitling in omaggio.


Per produrre la prima Bentayga - completamente realizzata a mano - ci sono volute 130 ore. Anche il Primo ministro britannico, David Cameron, ha commentato la notizia (come avviene sempre in casi come questo, in cui l’industria britannica è ben radicata sul territorio, ricordiamo che 9,5 milioni di steriline arrivano da un fondo regionale): “Sono entusiasta che la prima Bentley Bentayga è stata prodotta a Crewe. Questo rappresenta il culmine di un eccezionale lavoro compiuto da Bentley in tempi difficili”.



Salone di Francoforte 2015, Bentley Bentayga




Il nuovo SUV Bentley, il Bentayga è il SUV più esagerato che ci sia. Il motore 6 litri W12 bi-turbo lo spinge a 301 km/h nel lusso più sfrenato.

Bentley Bentayga, a Milano in prima linea per il nuovo store