Entro 9 mesi la maxi-acquisizione dovrebbe essere definitiva

Dopo aver aver “assaggiato” le potenzialità della guida autonoma collaborando con BMW (qui la prova della Serie 5 dal CES di Las Vegas), ora Intel vuole tutta la torta. L’assegno staccato è di quelli importanti, parliamo di 15,3 miliardi di dollari (circa 14.4 miliardi di euro) per comprare Mobileye, una società che si occupa di automatismi, mapping, intelligenza artificiale e analisi dei dati. Quando la maxi-acquisizione sarà completata, la Mobileye diventerà una costola della Automated Driving Group di Intel e produrrà componenti per le auto a guida autonoma da vendere alle Case costruttrici.


L’accordo non è ancora definitivo ma tutti i dettagli verranno risolti nell’arco di 9 mesi. Al comando della nuova divisione sarà Amnon Shashua, uno dei fondatori della società, e la sede operativa sarà in Israele. Si stima che le auto a guida autonoma possano generare fino a 4.000 GB di dati al giorno, per questo Intel ha deciso di entrare nel mercato sfruttando le sue conoscenze, oltre ovviamente ad un discorso di ritorno economico: stando alle dichiarazioni di Mobileye il mercato dell’auto autonoma entro il 2030 potrebbe valere fino a 70 miliardi di dollari (65.7 miliardi di euro).

Intel e guida autonoma, 15,3 mld di dollari per Mobileye