Nel 2015 la Casa inglese proporrà una quattro porte premium leggera e potente, capace di superare i 300 km/h

Seguendo una progressione alfabetica rigorosa la Jaguar ha deciso di chiamare la sua prossima berlina media XE, giusto un gradino sotto l’attuale XF. La nuova Jaguar XE annunciata al Salone di Ginevra (4-16 marzo 2014) sarà una vettura strategica per la Casa del Giaguaro, visto che per prima adotterà l’architettura costruttiva in alluminio presentata sulla concept C-X17. Le doti annunciate della Jaguar XE sono la leggerezza, l’efficienza e la sportività garantita dalla nuova famiglia di motori “Ingenium” a quattro cilindri benzina e diesel che spingeranno l’inedita quattro porte inglese fino oltre i 300 km/h con emissioni inferiori ai 100 g/km di CO2. La Jaguar XE sarà presentata a fine 2014 ed arriverà nelle concessionarie a partire dalla seconda metà del 2015, pronta a sfidare la concorrenza composta soprattutto dalle tedesche Audi A4 (la prossima generazione), la BMW Serie 3 e la Mercedes Classe C. A meno che Audi non decida di utilizzare la stessa tecnologia, la Jaguar XE sarà la prima vettura del segmento D a utilizzare una struttura monoscocca in alluminio, capace di accogliere motori in posizione longitudinale o trasversale per modelli a trazione posteriore o integrale 4x4. Lo stile della Jaguar XE, appena svelato da un’immagine teaser del frontale, è opera di Ian Callum che la descrive come “eccitante da guardare e guidare, brillante da usare e pratica nell’utilizzo”.

Jaguar XE, alluminio inglese contro reputazione tedesca e sogno italiano

Foto di: Giuliano Daniele