Dal 2 al 18 dicembre in mostra più di 40 opere di giovani talenti

Ancora una volta le auto sono vicine al mondo dell’arte. Lo abbiamo visto spesso, con BMW Art Car, Hyundai al Tate Modern di Londra e anche con smart, che dalla street art (nel 2009, insieme alla rete creativa ROJO, ha colorato 400 metri quadri di superfici in cemento nel centro di San Paolo, in Brasile) è arrivata al Museum of Modern Art di New York, dove è stata eletta icona contemporanea della mobilità. Il suo investimento, per avvicinare i giovani e non solo, continua con un’insolita raccolta chiamata “autoRitratti”, composta da più di 40 opere commissionate a giovani talenti candidati sul sito viveredarte.it e reclutati nelle principali accademie italiane.


Per smart è “una grande operazione di mecenatismo moderno”, che promuove artisti emergenti attraverso il web, senza alcun costo e nessuna intermediazione. Gli iscritti possono anche mettere in vendita le proprie opere. Ed ora “Viveredarte”, dopo aver girato per l’Italia, coinvolto le accademie di belle arti e le principali comunità di artisti, arriva a Milano insieme alla collezione privata smart. La prima mostra c’è stata il 30 novembre a Brera e dal 2 al 18 dicembre nell’area check in dell’aeroporto di Malpensa è aperto un laboratorio artistico, che segue le orme di quelli già sperimentati nelle piazze di Latina, Palermo, Salerno, Pescara e Bari.

smart porta gli autoRitratti all’aeroporto di Malpensa

Foto di: Eleonora Lilli