Dalla collaborazione sono nati tre nuovi veicoli: Citroen Spacetourer, Peugeot Traveller e Toyota ProAce

PSA Peugeot Citroen svela le sue prossime mosse nel segmento degli MPV e dei veicoli commerciali leggeri dopo la fine della joint-venture con FCA per quanto riguarda lo stabilimento Sevelnord (Expert, Jumpy, Scudo). Il Gruppo francese ha, infatti, annunciato un rafforzamento della collaborazione con Toyota Motor Europe nell'ambito dello sviluppo realizzaizone di tre nuovi veicoli che si chiameranno rispettivemante: Citroen Spacetourer, Peugeot Traveller e Toyota ProAce e che, pur condividendo caratteristiche tecniche, motori ed equipaggiamenti, proporranno elementi di stile diversi per ogni Marchio.


Una collaborazione iniziata nel 2012


La collaborazione fra PSA e Toyota in questo segmento si era già manifestata un paio di anni fa (2013) quando il Marchio giapponese lanciò il suo primo ProAce basato sull’attuale generazione di Peugeot Expert e Citroen Jumpy, frutto di un accordo siglato nel 2012, e che avrebbe portato, come è accaduto, allo sviluppo congiunto di una nuova generazione di veicoli commerciali leggeri e MPV che avrebbe legato i Gruppi fino al 2020. Ai nuovi multispazio/van Toyota Motor Europe ha, quindi, contribuito sia nella progettazione sia negli investimenti.


Obiettivo sfruttare le economie di scala


L’obiettivo per tutti i brand coinvolti nel progetto è quello di offrire un prodotto competitivo a livello di costi in un segmento complesso come quello dei van medi, degli shuttle e dei combi. Un settore che, vista la sua particolarità, deve necessariamente beneficiare di economie di scala sia per lo sviluppo di nuovi prodotti sia per l’ottimizzazione dei costi di produzione. I nuovi veicoli saranno prodotti nello stabilimento PSA Sevelnord a Valencienne, in Francia, e saranno presentati ufficialmente, separatamente da ogni singolo brand, al Salone di Ginevra 2016. 

PSA e Toyota insieme per una nuova serie di MPV

Foto di: Francesco Stazi