Cinque stelle per 11 auto su 15 testate. Bocciata la Lancia Ypsilon, rimandata la BMW Z4

I dispositivi di sicurezza attiva si confermano la carta vincente che fa la differenza ai crash test di Euro NCAP. Nell’ultima tornata di prove, che ha coinvolto 15 modelli, la presenza dei sistemi Autonomous Emergency Braking (come la frenata automatica d’emergenza per intenderci) ha fruttato più punti, come vi avevamo anticipato nell’articolo su questa novità. Le cinque stelle stavolta sono state ottenute da 11 modelli ed in particolare la BMW X1 ha ricevuto 1.8 punti per l’AEB extraurbani; la Jaguar XE 2.4; la Jaguar XF 2.5; la Lexus RX ne ha ricavato 2.7 punti; la Opel Astra 1.5 punti e la Mercedes GLC 2 punti. Invece, le Kia Sportage e la Optima, così come le Renault Megane e Talisman, non hanno ricavato alcun punto, ma avendo l’AEB come optional sono state comunque giudicate positivamente; così come la MINI Clubman - che ha ottenuto 4 stelle (stesso punteggio del pick-up Nissan NP300 Navara) - è stata aiutata da quel 1.4 di punto in più ricavaro dall’AEB. I modelli che viceversa hanno una base progettuale più anziana sono andate meno bene. La BMW Z4 si è fermata a 3 stelle e la Lancia Ypsilon addirittura a due. Ma già per il 2016 sono in arrivo altre novità. Da gennaio entrerà in vigore il nuovo protocollo “Dual Rating”, che prevede una doppia valutazione: la prima riferita ad un equipaggiamento base in termini di sistemi di sicurezza (quasi una dotazione di serie) e la seconda riferita ad un equipaggiamento avanzato, veicolo dotato di un SAFETY PACK opzionale e disponibile su almeno il 50% dei mercati europei.

Perché la Ypsilon ha preso pochi punti

Nella protezione degli adulti la Lancia Ypsilon ha ottenuto un punteggio totale basso, ovvero 17 punti (44%). La prova dell'impatto laterale è quella che è andata meglio (ha preso 8 punti) e dal test che simula la collisione tra due auto dello stesso peso, che viaggiano entrambe a 50 km/h, ha ottenuto un'altra sufficienza (7.2 punti). E’ andata male invece la prova che valuta la sicurezza dei sistemi di ritenuta anteriore e posteriore. In questo test, dove la Ypsilon ha preso zero punti, le auto vengono fatte impattare contro una barriera rigida a 50 km/h con un manichino Donna sul sedile conducente e uno su quello posteriore. L'obiettivo è individuare un equilibrio tra un sistema di ritenuta che sia rigido abbastanza da assicurare un manichino Uomo nel test a 64 km/h e un sistema di ritenuta adatto a ridurre le forze di decelerazione su un manichino Donna. Infine, nella prova sul tamponamento "colpo di frusta" la Ypsilon ha preso solo 1.8 punti. Come anticipato, anche l'assenza di alcuni dispositivi per la sicurezza attiva (come la Limitazione velocità o il Sistema Lane Assist) ha pesato sul risultato complessivo, cosa a cui già le nuove regole 2015 ci hanno abituato quando si testano le citycar. In particolare il nuovo test per la sicurezza di pedoni e ciclisti le ha dato zero punti perché non dispone di quei sistemi AEB che usano laser, radar e/o telecamere che evitano collisioni imminenti o ne riducono gli effetti. Nel complesso ha comunque ottenuto 5 punti (38%) sui dispositivi di sicurezza; 23.3 punti (64%) per la protezione dei pedoni ed è andata bene nella protezione dei bambini (79%).

BMW Z4, sufficienza con nota di merito

Le prove per la sicurezza degli adulti sono state superate con la sufficienza dal roadster tedesco (26.4 punti, 69%), che è andato molto bene nella protezione dei pedoni (33.1 punti, 91%) sebbene non abbia sistemi AEB. Proprio le carenze riscontrate in termini sicurezza attiva hanno pesato sulla Z4 (6 punti totali, 46%), in particolare è stata bocciata la mancanza di chiarezza delle informazioni fornite al guidatore sullo stato dell’airbag lato passeggero, che sono fondamentali in caso di trasporto di un bambino (ad ogni modo nella protezione dei più piccoli la Z4 è arrivata a 13 punti, 61%). Una nota di merito, che però non ha fruttato alcun punto perché optional e non di serie, è comunque arrivata dalla disponibilità del BMW Assist Advanced eCall, il dispositivo di chiamata di emergenza automatica che stima la gravità dell'infortunio in caso di impatto e chiama in automatico i soccorsi (dispositivo obbligatorio dal 2018) e che fa parte del pacchetto "BMW Assist".

BMW X1 - 5 stelle

90% adulti
87% bambini
74% pedoni
77% dispositivi di sicurezza attiva

Infiniti Q30 - 5 stelle

84% adulti
86% bambini
91% pedoni
81% dispositivi di sicurezza attiva

Jaguar XE - 5 stelle

92% adulti
82% bambini
81% pedoni
82% dispositivi di sicurezza attiva

Jaguar XF - 5 stelle

92% adulti
84% bambini
80% pedoni
83% dispositivi di sicurezza attiva

Kia Optima - 5 stelle

89% adulti
86% bambini
67% pedoni
71% dispositivi di sicurezza attiva

Kia Sportage - 5 stelle

90% adulti
83% bambini
66% pedoni
71% dispositivi di sicurezza attiva

Lexus RX - 5 stelle

91% adulti
82% bambini
79% pedoni
77% dispositivi di sicurezza attiva

Mercedes GLC - 5 stelle

95% adulti
89% bambini
82% pedoni
71% dispositivi di sicurezza attiva

Opel Astra - 5 stelle

86% adulti
84% bambini
83% pedoni
75% dispositivi di sicurezza attiva

Renault Megane - 5 stelle

88% adulti
87% bambini
71% pedoni
71% dispositivi di sicurezza attiva

Renault Talisman - 5 stelle

86% adulti
84% bambini
68% pedoni
76% dispositivi di sicurezza attiva

MINI Clubman - 4 stelle

90% adulti
68% bambini
68% pedoni
67% dispositivi di sicurezza attiva

Nissan Navara - 4 stelle

79% adulti
78% bambini
78% pedoni
68% dispositivi di sicurezza attiva

BMW Z4 - 3 stelle

69% adulti
61% bambini
91% pedoni
46% dispositivi di sicurezza attiva

Lancia Ypsilon - 2 stelle

44% adulti
79% bambini
64% pedoni
38% dispositivi di sicurezza attiva

Crash test Euro NCAP, premiata la frenata automatica

Foto di: Eleonora Lilli