La nuova cinque porte compatta giapponese aumenta lo spazio interno e diventa più ecologica

Arriva anche in Europa la Suzuki Celerio, erede della Alto e nuova proposta nel segmento A della casa giapponese. Dopo la presentazione al Salone di Nuova Dehli e l'anteprima europea a Ginevra, Suzuki rivela le principali caratteristiche della sua nuova 5 porte, le cui dimensioni sono contenute in 3.600 mm di lunghezza (10 cm più della Alto), 1.600 di larghezza e un'altezza variabile tra 1.530 e 1.540 mm a seconda dei motori. Le forme regolari e aerodinamiche della carrozzeria e il passo lungo di 2.425 mm permettono un ottimo sfruttamento dello spazio, con la distanza tra i sedili anteriori e posteriori pari a 743 mm, e un bagagliaio di 254 litri, un valore elevato per il segmento. La struttura della Celerio è realizzata con acciai ad alta resistenza, mentre la meccanica prevede due motori a 3 cilindri da 1 litro con cambio manuale a 5 marce: accanto al già noto K10B montato sulla Alto e sulla Nissan Pixo, c'è anche un rinnovato K10C con rapporto di compressione ottimizzato, sistema Start/Stop e doppia iniezione.

Il motore K10B, accreditato di 99 g/km di CO2, può essere accoppiato al nuovo cambio robotizzato Auto Gear Shift con selezione delle marce anche manuale; il K10C riesce ad ottenere emissioni medie di 85 g/km. Tra le dotazioni di serie ci sono sei airbag, l'hill-holder e il sistema di controllo della pressione delle gomme. In Italia la commercializzazione inizia con il K10B abbinato al cambio manuale e disponibile in 2 allestimenti, tutti 5 posti: GL e GLX. Il primo prevede di serie 4 airbag, aria condizionata, ABS con ESP, sistema di assistenza alla frenata, Bluetooth, sistema audio con lettore CD-MP3 e presa USB. Il secondo offre 6 airbag e rispetto alla GL dispone in più di volante in pelle, fendinebbia, cerchi in lega, specchietti in tinta regolabili elettricamente e riscaldati. I prezzi saranno comunicati a breve.

Suzuki Celerio, citycar tutta sostanza

Foto di: Adriano Tosi