L’auto 4x4 sinonimo stesso di avventura celebra il suo passato, ma già si parla delle off-road che verranno

Tutte le doti tecniche che permettono ad una Land Rover di affrontare qualsiasi tipo di terreno, in qualunque condizione atmosferica, per gli inglesi si possono riassumere in una sola parola: capability. E c’è un’altra “capacità” che viene riconosciuta ai Suv e ai fuoristrada di Gaydon: il lusso, la raffinatezza. Con la Evoque, la Range Rover e la Range Rover Sport la gamma premium di questo marchio è stata completamente rinnovata. E ora tocca a Defender, Discovery e Freelander fare i prossimi passi. Partendo dalla Discovery, che al Salone di Ginevra festeggia un quarto di secolo con la XXV Special Edition.

Dal 1989 la Discovery ha venduto oltre 1 milione di esemplari e ha praticamente viaggiato in ogni parte del mondo, nelle spedizioni di famosi esploratori. Come Ranulph Fiennes, che ha usato una Discovery nella mostra “La Città Perduta di Ubar” e una Discovery 3 nel record Londra-Cape Town nel 2013. Senza dimenticare il famoso Camel Trophy e il Land Rover G4 Challenge: entrambi hanno la Discovery come protagonista.

L’edizione speciale della Discovery esposta a Ginevra è un’occasione per festeggiare, dunque, ma anche per prepararsi ai modelli che verranno. I prossimi 4x4 duri e puri della gamma Land Rover - Freelander, Discovery e Defender - saranno influenzati dal design della Evoque? In fondo ha avuto un successo straordinario, che ha dettato anche lo stile delle ultime Range Rover. E poi, verrà introdotto il telaio in alluminio che sulla Range Rover Sport ha permesso di ridurre fino a 420 kg di peso rispetto alla generazione precedente? Staremo a vedere e nel frattempo, buon compleanno Discovery.

Land Rover Discovery: a Ginevra si festeggia per i 25 anni e per i nuovi Suv