Stefano Villanti, Direttore Vendite, Marketing e Strategie del Prodotto, ci parla della strategia di lancio in Europa

Qoros è un nome ancora poco conosciuto in Italia, ma che sentiremo pronunciare sempre più spesso. La Qoros 3 Sedan è la prima auto sviluppata in Cina ad aver ottenuto le 5 stelle nei Crash Test Euro NCAP e nel giro di due anni le auto Qoros saranno in vendita anche in Europa. Una scalata al mercato globale che parte dalla Cina e che ha nell'internazionalità il suo punto di forza. E' il "new made in China" ovvero l'alta qualità ad un prezzo medio che si sta concretizzando anche grazie al lavoro e alla competenza di nostri connazionali. "C'è tanto di italiano in Qoros", ci dice al Salone di Ginevra (6-16 marzo) Stefano Villanti, Direttore Vendite, Marketing e Strategie del Prodotto. Un esempio su tutti: le proporzioni delle Qoros sono state impostate in una primissima fase del progetto dall'Italdesign Giugiaro. Allo stato attuale su circa duemila dipendenti ci sono molti italiani ed un totale di 23 nazionalità rappresentate. Un'interculturalità che si vuole basare sul mertito e sulla "Q" di qualità, da cui appunto il nome "Qoros".

Il progetto, nato nel 2007, coinvolge manager di grande esperienza in campo automobilistico, e non solo. Volker Steinwascher, ex Volkswagen, è vice-presidente; Klaus Schmidt, ex BMW, è reponsabile dello sviluppo prodotto; Cristiano Carlutti, ex Tesla Europa, è Direttore Vendite e Marketing per la regione EMEA. Come ci spiega Villanti Qoros vuole competere con tutti i principali costruttori internazionali: da Mercedes a Ford, passando per Volkswagen o Skoda. "Nessuno di questi competitor è individuato come concorrente diretto", solo il target è ben delineato: i giovani cinesi metropolitani e presto anche i consumatori europei. Per conquistarli Qoros punta su motori efficienti, infotainment (connettività 3G gratis per tutti) e design accattivante: Gert Hildebrand, ex capo del design MINI, si occupa di questo aspetto. "La Cina è il trampolino di lancio, con 16 milioni di vetture all'anno", ci dice Villanti. "Il nostro prodotto è di qualità premium e si differenzia perché è un segmento D di aspetto che compete nel segmento C", la concorrenza è avvisata; ora non resta che aspettare.

C'è anche l'Italia dietro Qoros, l'auto cinese al Salone di Ginevra

Foto di: Eleonora Lilli