Durante il Torino Jazz Festival ha organizzato uno show multisensoriale

Come permettere a chi non può sentire di godere della bellezza della musica? Toyota ha immaginato di dare a tutti la possibilità di emozionarsi ascoltando il proprio genere musicale preferito oppure potercisi avvicinare per la prima volta. L’occasione è arrivata durante il Torino Jazz Festival, l’appuntamento per gli amanti del genere tuttora in corso fino al 2 giugno nel capoluogo piemontese, con la presentazione del Sensitive Concert tenutosi venerdì 29 maggio. E’ stato uno show multisensoriale dedicato ai sordi con l’utilizzo di una tecnologia ad hoc: le Toyota Sensitive Spheres, che integrano la percezione uditiva con stimoli tattili e visivi per far vivere alle persone sorde l’esperienza della musica. La musica è tradotta in vibrazione, luce e colore da un sistema di sfere vibranti e colorate, e un insieme di fonti luminose diverse.


Il ritmo e la tonalità del suono sono espresse attraverso la vibrazione di sfere studiate apposta. Il ritmo è espresso dalla luce: le barre a led e le luci stroboscopiche sono associate a frequenze diverse del suono. Il colore riesce a rappresentare l’essenza delle note: ad esempio, una musica dolce produrrà delle tonalità rosse, una musica fredda delle tonalità blu. Per godere di questa nuova tecnologia basta appoggiare la mano sulle sfere apposite e lasciarsi guidare dalla luce e dai suoni, garantendo a tutti di vivere l'esperienza del concerto come condivisione delle proprie passioni. 



Toyota, Sensitive Concert per il Torino Jazz Festival




Il Sensitive Concert è uno show multisensoriale che possono "ascoltare" anche i sordi grazie alle Sensitive Spheres di Toyota.

Toyota inventa il modo di far ascoltare la musica anche ai non udenti