Rivisti i motori, evoluto il sistema di infotainment

Nei suoi oltre sette anni di carriera, la Tiguan ha dato grosse soddisfazioni a Volkswagen, dal momento che (secondo quanto dichiarano i tedeschi) si tratta di uno dei modelli più apprezzati della gamma a livello globale. Guai però a dormire sugli allori: ecco dunque che il motore più importante, ovvero il 2.0 TDI, si ringalluzzisce sia nella variante da 140 CV, che passa ora a 150, sia in quella da 177, ora a quota 184. Il tutto, a fronte di emissioni di CO2 e di consumi in calo. Le prime passano a 130-150 g/km (variabili in base ad allestimento e cambio) per il propulsore meno potente e a 150-151 (lo scarto è minore perché questo TDI è disponibile solo con trazione 4x4 e non anche 4x2), mentre i consumi dichiarati sono compresi fra 20 e 17,5 km/l e fra 17,5 e 17,2 per l'unità da 184 CV.


Aggiornato anche l'infotainment, che rimane basato sulla piattaforma di ultima generazione matrix, ma offre ora il Composition Colour o il Composition Media (con touchscreen a colori, otto altoparlanti e connessioni usb e aux) al posto del vecchio sistema audio. Inoltre, il sistema di navigazione Discover Media è venduto in pacchetto con il servizio online Guide & Inform e, insieme al Composition Media può essere ordinato con l'App Connect, che permette l'integrazione con un ampio numero di applicazioni iOS e Android.

Volkswagen Tiguan, restyling in arrivo

Foto di: Giuliano Daniele