Piccoli aggiornamenti stilistici e maggiore connettività per la più compatta berlina di lusso del marchio anglo-tedesco

Piccole modifiche per la Rolls-Royce Ghost, che prende ora il nome di Series II e aggiorna alcuni dettagli estetici e di finitura, con debutto al Salone di Ginevra 2014. La principale modifica esterna riguarda le luci a LED dalla diversa copertura; cambiano anche i paraurti, dall'aspetto più imponente, e la nervatura sul cofano che parte dallo Spirit of Ecstasy sopra il classico radiatore. All'interno, nella Ghost sono stati modificati soprattutto i sedili, dotati di regolazione elettronica e di ulteriori opzioni di riscaldamento; il divano posteriore permette inoltre di avvicinare le sedute laterali in modalità "lounge", con un movimento laterale.

Rinnovato anche il sistema di navigazione satellitare, che ora dispone di uno schermo da 10,25" con touchpad, e aggiornata la connettività, con il sistema Wi-Fi di bordo coadiuvato dal Satellite Aided Transmission (SAT), già introdotto nella Wraith lo scorso anno. Nessun cambiamento al motore, che rimane il V12 da 6,6 litri turbo eroga 563 CV e 780 Nm di coppia: secondo Rolls-Royce, è stato invece aggiornato l'assale posteriore, migliorando l'assetto generale e lo sterzo. Le modifiche intendono far mantenere alla Ghost la leadership di popolarità tra le vetture dal prezzo superiore ai 200.000 euro.

Cristiano Ronaldo esibisce la sua nuova Rolls-Royce Ghost [VIDEO]