Da Melfi a Verrone, entro la fine dell'anno saranno 1.000 i nuovi lavoratori negli stabilimenti italiani

Il Governo sta per varare gli ultimi decreti attuativi del Jobs Act e a stretto giro di posta arriva la risposta di Marchionne: il Gruppo FCA è pronto a nuove assunzioni, come ha dichiarato Alfredo Altavilla, responsabile della regione Emea durante un incontro con i i sindacati firmatari del contratto di gruppo, Fim-Cisl, Uilm, Fismic, Ugl e Quadri. Gli annunci dei giorni scorsi, ribaditi anche durante la visita del Premier Renzi allo stabilimento di Melfi (PZ), trovano quindi ulteriore conferma. Gli ultimi dati sul mercato auto e la continua crescita di richieste per la Jeep Renegade e la 500X hanno dunque spinto il gruppo a investire sulla forza lavoro.


Ricapitolando sarà il polo lucano ad assorbire il maggior numero di assunzioni: 600 addetti entreranno tra giugno e dicembre mentre altri 1.500 dipendenti saranno stabilizzati con un contratto a tempo indeterminato. Nuove assunzioni sono previste anche alla Sevel Val di Sangro (CH), la fabbrica che produce il Ducato, dove da luglio entreranno altre 200 persone. Inoltre, il sempre più prossimo arrivo della nuova berlina Alfa Romeo (che non si chiamerà Giulia) porterà 50 nuove assunzioni a Cassino (FR) e altre 50 a Termoli (CB) entro settembre; saranno tutti giovani con ruoli importanti, da "team leader" come li ha definiti Altavilla. Infine, alla VM di Cento (FE) entreranno altre 30 persone alla catena di montaggio delle unità diesel per Jeep e alla Powertrain di Verrone (BI) sono previste altre 170 assunzioni

Renzi a Marchionne: "Vorrei potermi comprare anche un'Alfa Romeo"

Foto di: Eleonora Lilli